Come nasce la festa della mamma

Guida Guida

Origini storiche e mitologiche della festività che rende omaggio alla persona che si è presa più cura di noi

È il primo individuo che conosciamo, dato che veniamo al mondo dopo essere stati per 9 mesi ospiti del suo ventre, e sarà colei che ci garantirà amore imperituro per il resto della sua vita.

Le mamme sono da sempre celebrate come tesori sociali dalle comunità di tutto il mondo, e in special modo in Italia, dove esiste un rapporto particolare tra la genitrice e i suoi figli (tanto che il popolo tricolore è universalmente definito “mammone”).

Alle madri è dedicata una festa tutta loro che viene quasi ovunque celebrata ogni seconda domenica di maggio

Ma come nasce questa festività? Il culto archetipico della madre quale potenza primigenia fecondatrice è antico come l'uomo ed è presente in quasi tutte le mitologie della storia.

In epoca moderna l'origine molto più secolare è da ritrovare nella consuetudine britannica del Mothering Day che permetteva ai giovani studenti o apprendisti di tornare per un giorno a casa allo scopo di ringraziare simbolicamente la mamma.

Il dibattito vero e proprio (ancora una volta politico) è sorto invece in tempi più recenti, ovvero verso gli anni 70 dell'Ottocento.
In America, infatti, l'attivista Julia Ward Howe, pacifista e abolizionista, propose di creare il Mother's Day for Peace, per coniugare amore filiale e riflessione antibellica.

La proposta venne ripresa con maggior successo da Anna Jarvis all'inizio del secolo successivo: il suo tributo alla madre attivista per la pace venne ufficializzato dal Presidente Woodrow Wilson, che deliberò di istituire un giorno all'anno per omaggiare la figura materna.

Simbolo della Festa è il garofano, che viene donato o indossato dai figli in due colori diversi a seconda delle occorrenze: sarà rosso se la madre è in vita, bianco se è scomparsa

In Italia, e in molti Paesi cattolici, la festività viene associata al culto di Maria madre di Gesù, e la prima occorrenza risale al 1957, quando il parrocco di Tordibetto di Assisi, Don Otello Migliosi, volle proporla a concittadini e fedeli.
Da allora è stata adottata da tutta la nazione, con una progressiva deriva commerciale che arriva fino ai nostri giorni.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI