titolo

Emme

Sii ridicola, per amore

Essere imperfetti è doveroso, in amore. Non ha senso contenere se stessi per compiacere teoricamente chi dovrebbe amarci per come siamo.

Cara Emme,
sono sempre molto rigida e contenuta quando trovo una persona che
mi piace. Misuro. Temo il ridicolo. Voglio essere meglio. Come si
fa?

D.

Cara D. è molto semplice: NON SI FA. Scoprirsi ridicoli per amore è meraviglioso.
E’ come svegliarsi dopo essere andati a dormire, senza avere sonno per niente.
E’ come essere liberati. Non nel senso di principe, mantello, castello, drago e tutta la baracconata fiabesca. Con quella abbiamo chiuso. Parlo di una libertà diversa. Parlo del liberarsi da se stessi. Del far vedere quello che si è e basta. Dichiarare apertamente che canti sotto la doccia e ti sentono i cani fino alla Tuscolana, che hai le briciole nel letto perché mangi i cracker di kamut mentre guardi le serie tv dove gli uomini hanno i gilet e le camicie a sbuffo. 
Far vedere che a volte non sai cosa dire, che ti mancano le parole e hai la capacità dialettica di Flavia Vento perché uno ti piace e ce l’hai nel letto. E NO. Non ce l’hai la destrezza di Sharon Stone in Basic Instinct, e NO se trattieni la pancia muori soffocata perche il corso di apnea non l’hai fatto, hai speso tutto in brunch e cupcake, l’inverno è stato lungo. D. in amore siamo tutti ridicoli se siamo noi stessi, e non c’è sensazione più bella. 
Tutto il tempo che passerai rigida e contenuta sarà tempo che toglierai a te stessa e alle occasioni che verranno.
I momenti che ti salveranno dai buchi neri che la vita ti metterà davanti, e ce ne saranno tesoro, anche se sei uno speleologo, saranno illuminati da flash di te che cadi da ferma anche se hai le ballerine perché vuoi camminare verso di lui con aria disinvolta ma non ti partono le gambe e il busto va avanti da solo, o dici una frase volgarissima che farebbe impallidire la buon anima di Moana, totalmente fuori contesto mentre cerchi di esprimere concetti anche di una certa levatura, tipo la geopolitica, la fame nel mondo.
Se un uomo non si diverte nell’entrare nel caos della tua camera che ha lo stendino accanto al letto che non hai fatto in tempo a lanciare dal quarto piano per simulare un ordine apparente, B. non perdere tempo. IL TUO.
Non devi essere meglio, devi essere TU. E rigida e contenuta sono cose che non voglio sentire.
Sii ridicola. Per amore, qualunque forma abbia, vale tutto. E se puoi scegliere, RIDI.

Foto © enterlinedesign- Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Emme risponde...

SEGUICI