titolo

Emme

Andare in vacanza con i figli di lui: si o no?

C'è un divorzio e ci sono le difficoltà di un padre verso i figli piccoli ... E' il caso di intromettersi?

Cara Emme,

tra qualche giorno partirò per la mia prima vacanza con i figli del mio compagno. Più o meno. Nel senso che a dicembre ha divorziato e queste sono le prime vacanze che fa con i figli da quando ha lasciato la moglie. Sono piccoli, per cui vengono tutti assieme. Io ho preso una casa nello stesso posto per conto mio, così ogni tanto ci vediamo. Lui non era convinto, ma alla fine l’ho avuta vinta. Ho esagerato?
V.
 

Tesoro, V. sta per Vendetta?
Dico io, ma con tutte le cose belle che potevi fare per te stessa questa estate, col binocolo alla finestra della casa fantasma hai scelto di stare? HA DIVORZIATO. Lascia che vada in vacanza per amore dei figli che sono piccoli. Che faccia il padre, Santo Cielo! Quello non smette di farlo firmando le carte del divorzio.
Cosa credi che succeda?
Che l’antico fuoco della passione li colga mentre aspettano con il figlio di 5 anni le inutili due ore e mezza di digestione immaginaria prima di fare il bagno?
O che facendo un castello di sabbia ripensino alla favola del loro amore infranto e decidano di riprovarci?
E soprattutto: TU e la TUA DIGNITA’ nella casa affittata “nello stesso posto” cosi "ogni tanto ci vediamo" che vacanze farete?
V. la caparra te la rendono? Disdici. Mandaci una coppia di amici. Fai una buona azione per te stessa e per la tua relazione e manda in vacanza prima di tutto la tua mania di controllo.
C’è un divorzio e ci sono le responsabilità di un padre verso due i figli piccoli. Tu che guardi il tutto travestita da ombrellone non ne esci bene. FIDATI.
Non hai avuto vinto proprio nulla.
Sei in tempo per organizzare una bella vacanza per VOI DUE quando torna.
Quello si che è pensare da Coppia e non da Piccolo Ranger che sorveglia un Canyon che non è nemmeno SUO.
Spiegami che voglia dovrebbe avere di venire da te quando ti poni come uno sceriffo che controlla se fa le cose per bene, o peggio ancora un’insicura che si piazza al confine della sua responsabilità.
In amore bisogna essere liberi di scegliere l’altra persona. Deve essere una scelta consapevole che si fa tutto il tempo.
No, non è come mangiare sempre gelato, perché se sei furba e non affitti una casa per controllare cosa fa il tuo divorziato in vacanza, ma lavori invece su te stessa come persona, saprai essere sempre una cosa diversa. Una scoperta. Un giorno gelato, un giorno pizza, un giorno parmigiana di melanzane (magari non ad agosto).
V. : tutti noi siamo mille cose diverse e possiamo farci amare per tutto quello che abbiamo da offrire.
Tira fuori gli ingredienti e cucina roba buona.
E in quella casa non ti ci voglio vedere per nessun motivo al mondo.
Buona vacanza!(Altrove)

Foto © Thomas Pajot - Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Emme risponde...

SEGUICI