Sirt, la dieta del gene magro: ecco come ha fatto Adele a perdere 30 kg

Guida Guida

Come ha fatto la cantante Adele a perdere 30 kg in 1 anno? Scopri i segreti di Sirt, la dieta del gene magro!

Come abbia fatto la cantante Adele a perdere 30 kg in un solo anno ha incuriosito molti.

Il merito del suo dimagrimento è stato attribuito al regime alimentare illustrato in un libro pubblicato dai nutrizionisti britannici Aidan Goggins e Glenn Matten.

Sirt, la dieta del gene magro, sarebbe il regime alimentare che ha permesso ad Adele di perdere 30 kg in 1 anno

Come suggerisce il suo nome, questa dieta si basa sul ruolo svolto dai geni appartenenti alla famiglia Sir.

I geni Sir codificano per molecole – le sirtuine – definite “super regolatori metabolici”.

Secondo gli ideatori della dieta del gene magro, le sirtuine influenzerebbero:

  • la capacità di bruciare i grassi;
  • l'umore;
  • i meccanismi che controllano la longevità.

Attivando le sirtuine la dieta del gene magro eserciterebbe gli stessi benefici che sono associati al digiuno, senza però portare con sé i suoi svantaggi.

Una recente analisi dei dati presenti in letteratura scientifica, pubblicata sulla rivista scientifica Clinical Epigenetics, conferma il ruolo delle sirtuine come regolatori di importanti vie metaboliche.

Queste molecole sono ad esempio coinvolte nei meccanismi che controllano la sopravvivenza, l'invecchiamento, la proliferazione e l'apoptosi delle cellule e nella riparazione del DNA.

Le ricerche condotte hanno portato a considerarle potenziali bersagli per il trattamento di patologie come le malattie neurodegenerative, quelle cardiovascolari e i tumori.

Secondo la dieta Sirt, includendo nella propria alimentazione alcuni cibi, è possibile attivare le sirtuine e il metabolismo in modo naturale.

Questi stessi cibi aiuterebbero anche ad attenuare l'appetito del cervello, riducendo il senso di fame ed evitando, allo stesso tempo, depressione o cattivo umore.

Fra gli alimenti inclusi sono incluse golosità come il cioccolato fondente. Anche il vino rosso è consentito, così come, per chi non voglia seguire una dieta vegetariana o vegana, la carne e il pesce. Immancabile, infine, l'olio extravergine.

Combinando i cibi Sirt come indicato dalla dieta del gene magro aiuterebbe a perdere in una settimana quasi 3,5 kg

A testimoniare l'efficacia della dieta Sirt non è solo Adele: i sostenitori di questo regime alimentare non mancano: dalla “responsabile marketing di 32 anni”, che è riuscita a dimagrire in vista dell'imminente matrimonio, a Lorraine Pascale, chef televisiva britannica, passando per celebrity come la modella Jodie Kidd.

L'analisi pubblicata su Clinical Epigenetics conclude che fra i potenziali di una terapia che colpisca le sirtuine ci potrebbe essere anche il trattamento dell'obesità, “ma”, precisano i suoi autori, “sono necessarie ulteriori ricerche”.

Cosa fare, allora? Fidarsi o non fidarsi della dieta Sirt?

Il consiglio degli esperti di nutrizione sembra portare in un'altra direzione: affidarsi a un medico o a un nutrizionista per consigli personalizzati che permettano di dimagrire efficacemente senza rischi.

Infatti solo garantendosi una dieta varia, sana ed equilibrata che soddisfi anche le preferenze individuali è possibile dimagrire davvero mantenendosi, allo stesso tempo, in salute.


Foto: © cnn.com
Fonti: Sirt, la dieta del gene magro; PMC  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI