Come scegliere frutta e verdura già pronta (prima parte)

Guida Guida

Insalate già tagliate, macedonie, zuppe solo da scaldare: sono davvero prodotti sani e come scegliere quelli migliori? Ecco alcuni consigli per non sbagliare al banco frigo

Per chi non ha tempo di cercare, lavare,mondare e cucinare, il prodotto già pronto al banco frigo è il miglior modo per consumare frutta e verdura. Si chiamano “quarta gamma” e sono, appunto, i prodotti ortofrutticoli che una volta raccolti e, dopo essere stati selezionati, lavati, tagliati e asciugati, vengono confezionati per mantenerne la freschezza. Ma sono davvero sani? E come capirlo?

Secondo una recente indagine di Coldiretti, il consumo dei prodotti di quarta gamma è aumentato nel corso del 2010 ed ecco che l’offerta si moltiplica fino a proporre anche vaschette di frutta già tagliata, ad esempio, con sempre più soluzioni per chi ha voglia di mangiare bene e in fretta.
Secondo tecnologi alimentari e nutrizionisti, bisogna fare attenzione alla scelta del prodotto semi-fresco guardando sia l’etichetta sia l’aspetto della confezione:

  • Per prima cosa, scegliere sempre una confezione posta nei banchi refrigerati
  • Anche l’analisi visiva è importante; è normale che ci sia un po’ di condensa ma se le “goccioline” sono troppe, è indice di cattiva lavorazione o vecchiaia del prodotto

Un po’ di colore rosso nella zona del taglio (vedi insalate in busta) è normale ma non lo sono le parti nere o molli che indicano degradazione in atto e cattiva conservazione

 

  • È importante che le foglie siano omogenee (no a foglie molto grandi insieme a pezzi molto piccoli)
  • Non è corretto che un’insalata riporti la scritta “si consiglia di lavarla ugualmente”, in questo caso il produttore non si assume la responsabilità del prodotto
  • Per quanto riguarda la frutta di quarta gamma (macedonie pronte, frutti a cubetti), gli esperti  spiegano che le confezioni da banco frigo hanno un’ottima qualità se conservate nel modo giusto, cioè senza interrompere la catena del freddo

I vantaggi del frutto fresco:

  • è protetto dalla perdita di sostanze nutrienti perché ha una superficie di esposizione all’aria minore (ciò che impoverisce il patrimonio nutritivo di un frutto è l’ossidazione)

Gli svantaggi del frutto fresco:

  • nella fase di taglio si perdono i succhi che contengono sostanze zuccherine, Sali e vitamine, ma ciò accade anche quando si taglia il frutto a casa, salvo il fatto di mangiarlo a morsi.

Nella seconda parte della guida parleremo di vellutate già pronte e frullati.

Il prodotto fresco resta il migliore se acquistato e consumato subito. Basta lasciare l'insalata in frigo per 3-4 giorni per assistere al suo deperimento. Di conseguenza, sarà meno ricca di sostanze preziose dell'insalata di quarta gamma conservata in busta.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI