Come curare la depressione post vacanze

Guida Guida

Il ritorno alla propria vita quotidiana dopo le vacanze è fonte di stress e disagio per molti. Ecco come affrontare la cosiddetta depressione post vacanze.

Le vacanze dovrebbero essere il periodo di massimo relax dopo un anno di intenso lavoro. A volte, però, i benefici delle ferie scompaiono non appena si rientra a casa. Il traumatico ritorno ai ritmi ordinari è fonte di stress e disagi emotivi, tanto che si parla di vera e propria depressione post vacanze.

Non deve essere per forza così. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio il nuovo anno lavorativo:

  • Pianificare un rientro morbido: il modo migliore per non soffrire immediatamente l’impatto con la vecchia routine giornaliera è lasciarsi un giorno libero prima di ritornare a lavoro. Può servire per riposarsi dal viaggio di ritorno, se il tragitto è stato particolarmente stancante, oppure può essere impiegato per sistemare casa e fare in tutta calma quelle commissioni che si è rinviati a dopo le ferie, o ancora, per organizzarsi al meglio proprio per il giorno successivo: magari sfoltendo la tanta posta elettronica che si è accumulata nei giorni di assenza, o rivedendo il programma degli impegni più importanti della settimana che inizierà.
  • Ritrovare il giusto ritmo veglia/sonno: come è noto in vacanza è facile cambiare abitudini, riducendo il numero di ore di sonno o stravolgendo completamente i propri ritmi, perché ci si vuole godere tutti i divertimenti fino a tardi. Per questo, riprendere il giusto ritmo veglia/sonno prima di tornare alla routine lavorativa: si può decidere di impiegare l’ultimo giorno di vacanza per riposarsi completamente, rinunciando anche a telefonino e computer, oppure andare a letto un po’ prima del solito, in modo da avere qualche ora in più di riposo. Fare esercizio fisico in questi giorni critici può aiutare l’organismo a scaricare l’ansia del rientro, migliorando al contempo il sonno.
  • Guardare avanti: un modo per eludere la depressione post vacanze è quello di focalizzarsi su un evento prossimo. Ad esempio il prossimo compleanno, oppure un concerto che sta per tenersi, la prima partita della propria squadra del cuore. Ciò evita di concentrarsi sulle vacanze appena finite.
  • Rivivere i ricordi: tuttavia può essere utile anche prolungare l’atmosfera vissuta in vacanza. Per questo è bene circondarsi degli oggetti che ci ricordano delle esperienze fatte. Si può allora indossare la maglietta comprata in vacanza, oppure mettere in bella mostra le ultime foto scattate. Alcuni esperti consigliano anche di portare via qualche specialità culinaria del posto in cui si è andati, e poi mangiarla a cena nelle sere immediatamente successive al rientro.
  • Parlare con gli altri: condividere le proprie sensazioni con altre persone può aiutare a risolvere qualunque problema e anche ridurre gli effetti della depressione post vacanze. Parlare delle esperienze fatte può far rivivere i momenti felici appena passati oppure metabolizzare emotivamente quelle tristi.

Fate in modo che la vacanza sia una spinta a migliorare la propria vita quotidiana. Ogni viaggio regala un’emozione o un’esperienza diversa: che sia il contatto con nuove culture, persone, diversi modi di vivere, differenti tradizioni culinarie, mentalità. Cercare di integrare qualcuno di questi aspetti nella propria vita – senza cadere nell’errore di giudicarla “noiosa”, perché diversa da quella vacanziera – può aiutare a crescere interiormente e a vivere serenamente l’attesa della prossima avventura.

Photo Credit: © Maridav - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI