Come migliorare la memoria durante le vacanze

Guida Guida

Le vacanze possono essere un'occasione per cercare di migliorare la propria memoria. Scopri come allenarla!

Avere una buona memoria è facile per tutti.

Spesso si è tentati di pensare che si tratti di una caratteristica innata, ma in realtà i fattori che possono influenzarla sono anche esterni al nostro organismo, e anche la memoria può migliorare.

Così come il fisico, anche la mente può essere allenata per aumentare le sue prestazioni

Le vacanze possono essere una buona occasione per prendersi cura di questo aspetto della propria salute.

Ma come allenare la memoria?

L'esercizio migliore – assicura Pietro Davide Trimarchi, neuropsicologo responsabile dell’ambulatorio memoria del Centro Medico Santagostino di Milano – è l'apprendimento.

L'abitudine ad apprendere cose nuove è vero e proprio nutrimento per il cervello

Infatti, spiega l'esperto, nel momento in cui si apprende qualcosa il cervello viene biologicamente modificato.

Modificazioni permanenti sono associate alla stabilità della memoria di ciò che abbiamo appreso, in un fenomeno noto come “plasticità cerebrale”.

Se vogliamo migliorare la nostra memoria possiamo quindi provare a trasformare le vacanze in un'occasione per imparare qualcosa di nuovo.

La soluzione, insomma, non risiede solo nei classici cruciverba ma anche, ad esempio, nell'imparare una nuova ricetta con cui esibirsi in cucina o imparare un nuovo ballo.

Il trucco può quindi essere impegnarsi in un'attività che permetta di imparare permanentemente qualcosa che prima non si conosceva.

Ciò non significa che essere in vacanza si debba trasformare in un periodo di studio, anzi, anche i momenti di svago possono aiutare a migliorare la memoria.

L'attività fisica aerobica (come le camminate, la corsa, il nuoto e la bicicletta) esercita ad esempio un effetto sulle strutture cerebrali responsabili dell'apprendimento, favorendolo, e anche la vita sociale esercita le capacità cognitive.

Un buon sonno aiuta invece a consolidare la memoria di ciò che si è appreso nel corso della giornata.

Infine, anche l'alimentazione può aiutare a migliorare la memoria, a condizione che sia varia ed equilibrata, magari basata sui principi della Dieta Mediterranea.


Foto: © stefanocarocci – Fotolia.com 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI