Come controllare la sudorazione eccessiva

Guida Guida

Sudare fa bene, è un elemento fisiologico, ma a volte la traspirazione può diventare sgradevole. Ecco come controllarla

Sudare fa bene perché permette al corpo di eliminare le tossine e conservare la corretta temperatura del corpo che deve sempre rimanere intorno ai 37 gradi. Ma diverso è il caso di una sudorazione eccessiva che potrebbe mettere a disagio sia a causa degli antiestetici aloni su maglie e camicie, sia per la possibilità di emanare odore sgradevole.

 

Quando il sudore esce dalle ghiandole sudoripare è inodore ma se sulla pelle sono presenti batteri allora si trasforma in cattivo odore

 

Come evitare il disagio?

  • Per contenere l’odore bisogna ridurre il consumo di alimenti che richiedono un forte dispendio energetico per la loro digestione con conseguente produzione di calore come carni rosse, formaggi grassi, fritti, carboidrati, alcol e peperoncino.
  • Ridurre il consumo di aglio, cipolla e curry che conferiscono un sgradevole odore alla sudorazione.
  • Aiuta a non sudare troppo bere poco e di frequente. Preferibilmente bevande a temperatura ambiente (le bevande fredde abbassano la temperatura corporea causando aumento della traspirazione).

Leggete anche la guida come combattere il caldo con la corretta alimentazione.

 

Oltre alla alimentazione più controllata, è necessario seguire alcune regole:

  • Lavarsi spesso, usando saponi delicati (tipo Marsiglia) e mai con acqua fredda.
  • Depilare le ascelle per evitare la proliferazione dei batteri che causano cattivo odore.
  • Indossare abiti (non sintetici) che non aderiscano troppo alla pelle e consentono una buona aerazione.
  • Usare deodoranti di buona qualità senza farne un uso eccessivo; non usare il talco che ostruisce i pori.
  • Tenere ad un regime non troppo basso i condizionatori d’aria in casa: lo sbalzo termico aumenta la sudorazione.

 

A volte la traspirazione può essere patologica. È il caso dell’iperidrosi, bromidrosi e della cromidrosi

 

Iperidrosi: aumento anomalo della sudorazione; frequente in persone molto sensibili alle emozioni, negli ipertiroidei e in molte malattie febbrili. Può essere localizzata (palmo delle mani) e controllata con sali di alluminio e zirconio o con il botulino.

Bromidrosi: sudorazione di odore acre e sgradevole; interessa le ghiandole nelle ascelle, genitali e capezzoli. È causata da una diversa composizione chimica del sudore che favorisce la moltiplicazione dei batteri. È consigliata la massima igiene e l’uso di deodoranti specifici.

Cromidrosi: sudore con colorazione anomala. È consigliabile rivolgersi ad un dermatologo che indicherà la giusta terapia per risolvere o contenere il problema.
 

Esistono svariati prodotti che rispettano anche le pelli più sensibili, in stick, roll-on, crema o spray, ma c'è chi è allergico anche ai normali deodoranti. In questi casi, si può provare l'allume di rocca, un cristallo bianco reperibile in erboristeria. A contatto con l'acqua, questo cristallo agisce creando un ambiente inospitale ai batteri e ne limita la riproduzione; funziona quindi come un antibatterico naturale.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI