Come proteggere la salute con i benefici della passiflora

Guida Guida

I principi attivi della passiflora hanno molte proprietà salutari. Scopri come sfruttarle per proteggere la salute!

Il suo nome significa "fiore della passione" e in effetti fra i suoi usi tradizionali c'è quello come antidolorifico, ma quali sono i reali benefici per la salute della passiflora?

I principi attivi presenti nelle parti sotterranee della Passiflora incarnata esercitano un effetto calmante, aiutano ad addormentarsi e alleviano gli spasmi muscolari, ma le prove dell'efficacia della sua assunzione non sono molte

Nel corso degli anni sono emersi dati a favore dell'efficacia di questo rimedio naturale nel trattamento dei sintomi dell'ansia. In questo caso la sua azione è paragonabile a quella di alcuni farmaci.

E' inoltre noto che se assunta in combinazione con altre erbe o insieme a dei farmaci può aiutare a combattere l'insonnia, l'irritabilità e l'agitazione.

Infine, la passiflora può essere utile per combattere i sintomi causati dall'astinenza da farmaci narcotici.

Sono ancora ritenute insufficienti le prove dei benefici della passiflora in caso di:

  • problemi digestivi
  • scottature
  • emorroidi
  • asma
  • problemi cardiaci
  • pressione alta
  • convulsioni
  • fibromialgia
  • altre patologie

In tutti questi casi l'efficacia dell'assunzione di passiflora è ancora da dimostrare completamente.

Resta il fatto che se assunto in piccole dosi e per brevi periodi questo rimedio naturale non ha particolari effetti indesiderati.

Ciò che conta è evitarne l'assunzione in gravidanza, quando può causare indesiderate contrazioni dell'utero, e durante l'allattamento.

Meglio, infine, non assumere passiflora nelle due settimane che precedono un intervento chirurgico programmato: agendo sul sistema nervoso centrale potrebbe aumentare l'effetto dei farmaci somministrati durante l'operazione.

Foto @ Kumaravel - Flickr
Fonte: WebMD

Una pianta con effetti collaterali?

Se assunta in dosi eccessive anche la passiflora può avere effetti collaterali, tra cui vertigini, senso di confusione, difficoltà a coordinare i movimenti e infiammazione dei vasi sanguigni, ma anche nausea, vomito, sonnolenza e aumento o irregolarità del battito cardiaco.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI