Le posizioni yoga per migliorare la flessibilità

Guida Guida

Elasticità e flessibilità sono caratteristiche importanti, da mantenere nel tempo: rimanete agili e in forma con le giuste posizioni!

L'elasticità delle giunture, la flessibilità muscolare, l'equilibrio e la concentrazione sono tutte caratteristiche che lo yoga aiuta a migliorare e conservare nel tempo.

Alcune posizioni yoga servono più di altre a mantenere un corpo agile e flessuoso, oltre a lavorare sulla tonificazione muscolare e sul metabolismo.

Vediamole insieme, con tutte le spiegazioni necessarie per praticarle!
 

  • Tenete presente che la flessibilità è una questione anche genetica: vi ricordate, da bambine, chi riusciva a fare la "spaccata" a danza in maniera naturale e chi faceva fatica?
  • c'entra anche l'età e il genere: gli uomini e le persone più anziane tendono a essere meno flessibili delle donne giovani
  • Potete comunque cercare di migliorare la vostra flessibilità con le posizioni yoga che vi proponiamo, che vi aiuteranno anche a sentirvi calme e a dormire meglio
  • Tenete ciascuna posizione fino a 10 respiri

LE POSIZIONI YOGA CHE AIUTANO LA FLESSIBILITA'

Posizione della montagna o Tadasana>>
Così semplice e basilare, la posizione aiuta a connettere corpo e mente, e a sincronizzare il respiro prima di iniziare la pratica di posizioni più complesse.

Posizione del fanciullo o Balasana>>
Un'altra posizione semplice e rilassante: unite i piedi e allargate le ginocchia, rilassando il petto e la pancia tra le gambe. Portate la testa al pavimento e distendete bene le braccia.

Posizione del cane a testa in giù>>
Per chi inizia a praticare yoga è consigliabile aumentare la distanza tra i piedi in questa posizione. Le braccia sono larghe quanto le spalle, la schiena e il collo sono distesi.

Posizione della sedia>>
Una posa simmetrica, che porta i due lati del corpo a muoversi in sincronia; riscalda il corpo e distende le gambe. Le braccia sono distese ai lati delle orecchie, le ginocchia piegate e il sedere all'indietro, come per sedervi.

Posizione dell'albero o Vrksasana>>
Questa è una posizione di bilanciamento, che vi regala forza e fiducia in voi stesse e aiuta a concentrarsi. Dovete portare un piede alla caviglia, al ginocchio o alla coscia, in base al vostro grado di flessibilità ed equilibrio. Sollevate le braccia in alto e unite i palmi sopra la testa, come a creare i rami del vostro albero!

Shavasana o posizione del cadavere>>
Sembra molto semplice da eseguire, e lo è: il difficile è non fare nulla, lasciarsi andare completamente. Questa posa permette di rilassare il corpo e la schiena.

Posizione del ponte>>
Una posizione che "apre" la parte anteriore del corpo: fianchi, addominali, pettorali. Le braccia spingono verso terra, con i palmi, e i piedi ben poggiati. Provate a incrociare le mani sotto la schiena, per aprire di più il torace.

La posizione della locusta o Salabhasana>>
Essendo un piegamento all'indietro, è semplice da eseguire anche per i principianti. Energizzante, riscaldante, rinforzante per tutti i muscoli posteriori del corpo: è una posa perfetta per migliorare la postura e rinforzare i muscoli della parte alta della schiena. I palmi guardano verso il pavimento, oppure si incrociano dietro la schiena per aprire meglio petto e spalle.

Posizione delle gambe al muro>>
Tutto il giorno il nostro corpo appoggia sui piedi: per questo è utile ogni tanto invertire la posizione e dare sollievo a questa importante parte del corpo, migliorando la circolazione.
Se sentite un pizzicore o formicolio alle gambe, portate le ginocchia al petto per distendere le gambe. In alternativa, allargate le ginocchia piegate al petto, tenendo le piante dei piedi unite: la distensione sarà più efficace sulla parte interna delle cosce.

Posizione del guerriero 2>>
La posizione distende le gambe e apre la parte interna delle cosce.
Le gambe sono divaricate, con la destra a 90 gradi verso l'esterno e la punta del piede sinistro leggermente interna. Le braccia sono sollevate lateralmente, con i palmi verso terra: piegate una volta il ginocchio destro a 90 gradi, poi invertite la posizione e ripetete con la gamba sinistra.

Posizione del piegamento in avanti>>
La posizione distende la parte interna e posteriore delle gambe, oltre a rilassare braccia e schiena. Cercate di raggiungere terra con le mani, tenendo le gambe distese e leggermente aperte.

Posizione dell'asse>>
Una posizione completa, che impegna tutti i muscoli, a partire dalla fascia del core. Cercate di eseguirla con le gambe distese ma se non riuscite piegate le ginocchia a terra. Tenete gli avambracci alla larghezza delle spalle, contraendo gli addominali verso la parte bassa della schiena.

Concludete con una posizione distensiva chiamata "della cruna dell'ago". Dovete mettervi schiena a terra, e piegare le ginocchia verso il petto, a 90 gradi. Incrociate la caviglia destra sopra la coscia sinistra e allacciate le mani dietro il ginocchio sinistro, tirando la gamba verso di voi. Ripetete poi sull'altro lato.  La posizione distende la parte posteriore della coscia e i glutei.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI