Quando non riesci a “disinstallare” un ex dalla testa

Guida Guida

Vorresti non pensarci più ma il pensiero torna a lui. Ecco che cosa succede quando non riesci a dimenticare un ex.

“Per dimenticare qualcuno ci vuole almeno la metà del tempo che si è stati insieme”, diceva Carrie Bradshaw in Sex and The City. Non sappiamo se esista o meno una legge in grado di spiegare la relazione tra la durata di una relazione e il tempo di smaltimento di quel che resta.

Fatto sta che a volte è come se avessimo il “file” di un ex installato dentro di noi. E non riuscissimo a disinstallarlo dalla testa.

Camminiamo per strada e 1 uomo su 5 ce lo ricorda. Assaporiamo un piatto e lui ci ritorna in mente lasciandoci l’amaro in bocca. Ci svaghiamo con gli amici ed ecco che ricompare magicamente la sua immagine. Insomma, l’installazione di un ex nella testa può arrivare a rovinarci i momenti più belli.

Come un file difettoso, che non si avvia più, che non vuole saperne di disinstallarsi e manda in tilt il sistema.

Ci sono volte in cui addirittura non smettiamo di pensarci: non ci diamo pace, ritorniamo con la mente al punto di chiusura e riprendiamo ad arrovellarci. Controlliamo il suo ultimo accesso su WhatsApp, rivediamo la sua foto profilo che è sempre la stessa.

Magari lo sogniamo anche, come se averlo già in testa da sveglie non fosse bastato.

Quando non riusciamo “rimuovere” le tracce di un amore finito, l’unica cosa che possiamo fare è avere pazienza e rallentare. Smettere di pretendere di disinstallare il file tutto in una volta, e di incolparci se ripensiamo a lui. Poi osservare i nostri miglioramenti. L’amore arriva all’improvviso ma, quando se ne va, può richiedere molta pazienza per ripulire le tracce.

Keep calm, look at yourself and reset.

Foto @ gustavofrazao | Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI