Come curare l’orto e il giardino a luglio: il calendario dei lavori

Guida Guida

Il mese di luglio è il mese estivo più caldo e asciutto: la maggior parte dei lavori viene sospesa perché prevalentemente si raccolgono frutti e ortaggi. 

Durante il mese di luglio la maggior parte delle piante patisce molto il sole cocente per cui è bene non esporle al sole diretto. In questo periodo, che è considerato in assoluto il più asciutto della stagione estiva, è importante effettuare nelle ore serali o nel primo mattino delle annaffiature abbondanti per evitare che l’acqua evapori rapidamente.

A parte questi accorgimenti non ci sono particolari lavori da fare a luglio: niente potature, trapianti, semine o trattamenti che risulterebbero deleteri con il caldo.

Le annaffiature devono essere costanti perché anche solo pochi giorni all’asciutto possono rovinare in maniera irreparabile piante e arbusti. Se non puoi dedicare del tempo a bagnare le piante e il prato del tuo giardino ti conviene installare un buon impianto di irrigazione.

A luglio si può continuare a somministrare alle piante del concime a meno che non si tratti di specie che attraversano un periodo di riposo vegetativo come le rose. In questo mese vanno rimossi i fiori appassiti e le erbacce infestanti e vanno potate solo le siepi disordinate e i rampicanti troppo vigorosi.

Le potature vanno limitate al minimo e se è necessario farlo conviene sempre evitare le ore più calde così come i trattamenti antiparassitari che vanno eseguiti nelle ore serali, per non provocare scottature al fogliame e per non uccidere gli insetti utili.

Per quanto riguarda l’orto questo è il periodo del raccolto: pomodori, zucchini, insalate varie, fagiolini, piselli, peperoni, melanzane, barbabietole, basilico, bietole, cardo, carote, radicchio, rape, angurie, cavolfiori, cavoli e cetrioli sono pronte per essere colti. Si possono invece seminare cavolo cappuccio autunnale, cicorie, indivia, lattuga, porro, bietole, fagioli, rapa, rucola, zucchine e prezzemolo.

Le piante dell’orto vanno annaffiate regolarmente almeno ogni 2-3 giorni: bisogna fare attenzione a bagnare il terreno in profondità.

Questo non è il periodo più indicato per concimazioni ricche in azoto, è consigliabile invece spargere concimi ricchi in potassio, per favorire lo sviluppo dei frutti, il loro sapore e profumo.

Foto © JackF - Fotolia.com

Teli antigrandine

Nelle zone in cui si verifica molto spesso il fenomeno della grandine è bene riparare l'orto con dei teli antigrandine, in modo da contenere i danni.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI