Come e quando fare la manutenzione del tetto: calendario degli interventi

Guida Guida

Sei certo di aver effettuato la periodica manutenzione del tetto di casa tua? Prima dell’arrivo del grande freddo invernale conviene controllare la copertura. 

Per una casa sicura è importante controllare che il tetto sia sempre in ottimo stato, occorre cioè effettuare periodicamente dei lavori di manutenzione per scongiurare infiltrazioni ed altri spiacevoli danni soprattutto con l’arrivo del brutto tempo.

Ovviamente il tipo di manutenzione dipende dal tipo di materiale usato e dalla forma costruttiva del tetto, in particolare se il tetto di casa tua è realizzato in tegole cerca di seguire questo calendario di interventi.

Ogni anno dovresti eseguire una manutenzione ordinaria controllando tegole, altri elementi della copertura e provvedendo alla pulizia da foglie e detriti che si sono accumulati nelle grondaie e nei canali di scolo.

Dopo temporali di una certa intensità va fatta un’ispezione generale per controllare che la struttura abbia tenuto e che le tegole non si siano spostate per l’azione violenta del vento

Ogni cinque anni si dovrebbe poi provvedere ad un intervento più cospicuo riparando e sostituendo le tegole rotte e le altri parti danneggiate: i punti che vanno maggiormente controllati, soprattutto dopo eventi climatici intensi, sono i camini, le parti terminali delle falde e il colmo del tetto.

La ristrutturazione completa del tetto andrebbe effettuata in un lasso di tempo più esteso compreso tra i dieci e i quarant’anni, in relazione al tipo di danni subiti nel corso del tempo.

La revisione generale dipende anche dalla posizione dell’abitazione: edifici che si trovano in località poste ad elevate altitudini sono maggiormente soggetti a intemperie, come ghiaccio e neve, elementi che incidono molto sulla buona tenuta del tetto.

Se poi nella copertura sono presenti travi di legno va effettuato un trattamento specifico annuale su queste strutture, mentre se ci sono travi in metallo occorre rinnovarne la pittura anticorrosiva ogni tre anni.

Comunque a di là delle indicazioni generali è buona norma, dopo ogni inverno e anche dopo ogni temporale violento, effettuare un controllo e una pulizia generali.

Foto © mavil - Fotolia.com

Manutenzione grondaie

Se le grondaie sono realizzate in lamiera conviene controllarle ogni sette anni, se sono in acciaio ogni quindici anni e se sono in rame ogni venticinque anni.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI