Come riconoscere i segni di una malattia nelle tartarughe d’acqua

Guida Guida

Impara a riconoscere i segni di un possibile malessere della tua tartaruga acquatica: potresti salvarle la vita recandoti subito dal veterinario. 

Se hai deciso di prendere una tartaruga d’acqua dovrai imparare a riconoscere i segni precoci di una possibile malattia per poter intervenire opportunamente e salvarle la vita.

Per renderti conto del suo stato di salute inizia ad osservare l’aspetto generale del carapace, del piastrone, degli arti, della testa, del collo e della coda.

Prendendo in mano la tartaruga potrai renderti conto se ci sono dei problemi: verifica ad esempio se riesce a reggersi sui quattro arti, a camminare e se si ritrae nella corazza.

Le tartarughe sane si ritraggono velocemente nella corazza appena vengono maneggiate: nel caso dovessero rimanere inermi e con gli occhi chiusi significa che è in corso un malessere.

Ugualmente sussistono problemi se la tartaruga messa sul dorso non riesce a raddrizzarsi, quando è sana invece tende a rimettersi in posizione muovendosi con vitalità.

Controlla che il galleggiamento sia lineare perché se inclinato da un lato significa che c’è un problema intestinale oppure respiratorio: anche se la tartaruga passa troppo tempo fuori dall’acqua, preferendo non immergersi, significa che non sta bene.

Osservando la testa è possibile poi capire molte cose: ad esempio se risulta sempre deviata su un lato o viene spesso roteata significa che si è verificata una lesione cerebrale.

Il collo sempre esteso e la tendenza a mantenere la bocca aperta potrebbe poi essere indice di una patologia respiratoria: anche la presenza di muco purulente da naso, bocca e occhi è indicativo di un’infezione respiratoria in corso.

Va prestata attenzione anche alla pelle e alla superficie della corazza: alterazioni della colorazione, comparsa di una patina grigiastra, presenza di aree lacerate sono tutti segnali che dovrebbero metterti in allarme.

Appena noti uno di questi segnali non temporeggiare ma rivolgiti al tuo veterinario di fiducia oppure affidati alle cure esperte di un centro medico veterinario specializzato in rettili.

Foto © merydolla - Fotolia.com

Tartarughe inappetenti

Un sintomo da non sottovalutare è quello dell’inappetenza: potrebbe dipendere dal fatto che somministri alla tartaruga cibi inadatti oppure perché le condizioni ambientali sono inadeguate oppure per stress da sovraffollamento dovuto alla presenza di individui dominanti.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI