Come funziona il corteggiamento tra gatti

Guida Guida

Se vuoi che la tua gatta diventi mamma devi sapere alcune cose su come funziona il corteggiamento e l’accoppiamento tra gatti. 

Se stai pensando di far accoppiare la tua gatta tieni presente che durante la fase di corteggiamento il maschio risulta essere piuttosto violento.

Una gatta pur di assicurare il proseguimento della specie può arrivare ad accoppiarsi con più maschi alla volta ma si possono comunque verificare casi di monogamia come spesso capita nelle case in cui vivono in armonia gatti di sesso diverso.

Gli esemplari femmina raggiungono la maturità sessuale intorno ai sei mesi di età, mentre i maschi verso i nove mesi.

Nel momento in cui una gatta entra in calore incomincia ad emettere feromoni che attraggono gli esemplari maschi che competono per potersi accoppiare con lei.

Durante la fase di estro la gatta diventa molto affettuosa con i padroni, si strofina contro le persone, miagola insistentemente e urina con maggior frequenza.

Quando è in estro la gatta cerca in continuazione le coccole e ha l’abitudine di mettersi accovacciata e con la coda rialzata, come se fosse pronta per accoppiarsi.

Il ciclo riproduttivo di una gatta subisce variazioni a seconda della razza di appartenenza ed è fortemente condizionato dall’esposizione al sole, non a caso le gatte entrano in calore in primavera fino all’autunno, quando le giornate hanno più ore di luce.

Invece le gatte che vivono in casa, poiché sono sottoposte alla luce artificiale, possono andare in estro anche tutto l’anno.

La gatta in amore non si concede facilmente e il maschio riesce ad accoppiarsi solo dopo aver affrontato gli avversari e solo dopo molte ore, se non anche giorni, di corteggiamento.

In questa fase finti attacchi si alternano a inseguimenti finché la femmina non viene immobilizzata e costretta ad assumere la posizione accovacciata per agevolare il coito che dura pochi secondi.

Durante l’accoppiamento la gatta può sembrare sottomessa ma non lo è affatto perché se il maschio sceglie il momento sbagliato può ricevere un netto rifiuto o essere attaccato violentemente.

Foto © merydolla - Fotolia.com

Sterilizzare

Considerando che una gatta in un anno può avere fino a un massimo di tre cucciolate, arrivando a partorire decine e decine di cuccioli valuta l’opzione di sterilizzare la tua gatta se non vuoi che nascano nuovi cuccioli destinati ad una vita da randagi.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI