Nuove etichette alimentari. Tutte le novità

Guida Guida

Arrivano le nuove etichette degli alimenti, volute dall'Unione Europa. Ecco tutte le novità per leggere l'etichetta!

Con il nuovo anno arrivano anche le nuove etichette degli alimenti, volute dall'Unione Europea, per uniformare le indicazioni presenti su tutti i prodotti alimentari.

La nuova etichettatura europea introduce alcune novità, stabilite dal Regolamento 1169/2011 e 1924/2006, che diventano obbligatorie in tutta Europa

I cambiamenti apportati, all'etichettatura alimentare, secondo l'intenzione della Comunità Europea dovrebbero fornire uno strumento più efficace ai consumatori, per fare acquisti informati e consapevoli

Vediamo quali sono le novità, considerando però che i produttori italiani per la maggior parte si erano già adeguati da tempo alla nuova etichettatura, mentre ancora non è così in altri Paesi, i quali avranno alcuni mesi per mettersi in regola.

  1. Tutte le informazioni devo essere stampate in modo di essere chiare e leggibili. Dimensioni consentite tra 0,9 e 1,2 mm
  2. Accanto al nome del prodotto deve essere indicato lo stato fisico in cui si trova e i trattamenti che ha subito prima del confezionamento (ad es. decongelato, liofilizzato, surgelato, affumicato, etc.)
  3. Nell'elenco degli ingredienti devono essere indicati anche gli eventuali allergeni che saranno segnalati con un colore diverso. Questa regola vale anche per i prodotti venduti sfusi, per i ristoranti, le mense e i bar
  4. Nell'indicazione dei grassi presenti va chiaramente indicato il tipo: ad esempio se l'alimento contiene olio di palma, di cocco, etc.
  5. Sulla confezione deve essere indicata la modalità di conservazione
  6. L'origine e il luogo di provenienza degli alimenti, viene estesa a tutti gli alimenti, anche a quelli congelati. Va detto però che in realtà l'origine in etichetta indica il luogo di confezionamento e non l'origine del prodotto in sé
  7. Diventa obbligatoria per tutti la dichiarazione nutrizionale, con l'indicazione analitica dei valori energetici dei prodotti ed entreranno in uso alcune diciture sintetiche.

 indicazioni-nutrizionali

A cui si aggiungono quelle che indicano prodotti che contengono fibre, ad alto o basso contenuto di proteine, di minerali, di grassi, di amidi, e così via

8. Le indicazioni che fanno riferimento alla salute, o alla validità dell'alimento per un particolare aspetto della salute, sono consentite solo se sull'etichetta compaiono i seguenti dati:

  • l'importanza di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano
  • la quantità dell'alimento e la modalità di consumo per ottenere l'effetto benefico promesso

Per quanto riguarda la scadenza degli alimenti viene sottolineata la distinzione tra le diciture:

  • "Consumare preferibilmente entro il" che significa che l'alimento è ancora consumabile dopo quella data, anche se è preferibile consumarlo prima
  • "Da consumare entro il" che indica il termine massimo di conservazione dopo il quale l'alimento non deve essere consumato (carni fresche e altri prodotti deperibili)

Leggi anche l'approfondimento Come leggere le etichette degli alimenti 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI