Come combattere il caldo con il ferro nell'alimentazione

Guida Guida

L'arrivo del caldo può portare con sé problemi di salute. Scopri come combatterli con un'alimentazione ricca di ferro!

Anche il ferro aiuta l'organismo a combattere l'arrivo del caldo.

Secondo i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana (LARN) della SINU (la Società Italiana di Nutrizione Umana) ogni giorno un uomo adulto dovrebbe assumere 7 grammi di ferro, mentre le donne tra i 18 e i 59 anni dovrebbero introdurne tra i 6 e i 10 grammi

In alcune condizioni, come la gravidanza, questo fabbisogno giornaliero aumenta, superando anche i 22 grammi al giorno.

Come fare per garantirseli?

La strategia migliore per farne il pieno è garantirsi un'alimentazione equilibrata.

Purtroppo, però, il ferro non è facilmente assimilabile, soprattutto quello di origine vegetale.

Solo il 10-35% del ferro contenuto nei cibi di origine animale e il 2-10% di quello presente negli alimenti di origine vegetale viene assorbito dall'organismo

Per questo è consigliabile seguire alcuni semplici accorgimenti per aiutare l'organismo ad assorbirlo.

Ecco alcuni consigli di cucina di Andrea Ghiselli, esperto di nutrizione del Cra-Nut, per favorire l'assimilazione del ferro contenuto negli alimenti e affrontare meglio il caldo.

  • Evitate cotture prolungate degli alimenti di origine animale: trasformano il ferro organico – più facilmente assimilabile – in ferro inorganico – di più difficile assorbimento
  • Sfruttate il potere del succo di limone: la sua vitamina C aiuta ad assorbire il ferro presente nei vegetali
  • Aggiungete un frutto a fine pasto: anche questo trucco facilita l'assorbimento del ferro libero
  • Se siete vegetariani, aumentate l'apporto di ferro: secondo le stime la sua biodisponibilità è più bassa nella dieta vegetariana

Foto © MediablitzImages – Fotolia.com

Perché fare scorta di ferro con la carne?

Il ferro presente nella carne è più facilmente assimilabile rispetto a quello contenuto nei vegetali. Per questo anche se alcuni alimenti di origine vegetale ne contengono quantità maggiori in realtà le quantità assimilate possono essere minori. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI