Come sconfiggere le punture di zanzare con il calore

Guida Guida

Durante l'estate le zanzare possono trasformarsi un vero tormento. Scopri come bloccare il prurito scatenato dalle loro punture!

I motivi per amare l'estate sono più di uno, ma anche questa stagione ha degli aspetti fastidiosi, non da ultimo il ritorno delle zanzare.

Quando succhiano il sangue delle loro “prede” le zanzare iniettano nella pelle sostanze irritanti che portano al rilascio di istamina, mediatore chimico che porta alla dilatazione dei vasi sanguigni circostanti

Le conseguenza di questa iniezione sono ben note a tutti: arrossamenti e gonfiori non tardano ad arrivare accompagnati dal tipico prurito che rende le zanzare fra le compagne meno desiderate con cui trascorrere la calde serate estive.

Gli stratagemmi per prevenire le punture da non mancano.

In molti si affidano ai repellenti da applicare sulla pelle, molti altri scelgono di diffondere nell'ambiente sostanze sgradite dagli insetti, altri ancora tendono loro tranelli fatali per la loro salute o scelgono i rimedi naturali.

Cosa fare, invece, quando si è già stati punti?

Creme e unguenti non sono gli unici rimedi al prurito scatenato dalle punture di zanzare.

Anche il calore può aiutare a far svanire la fastidiosa sensazione che porta a grattarsi alla ricerca di un seppur momentaneo sollievo

Oggi esistono infatti anche dispositivi medici che sconfiggono il prurito tramite l'applicazione di calore sul pomfo generato dalla puntura.

Il trattamento può durare 3 o 6 secondi a seconda che venga effettuato sulla pelle di un bambino (o, più in generale, su una pelle particolarmente sensibile) o su quella di un adulto.

In questo breve arco di tempo la temperatura dell'area trattata sale fino a 50-53 °C, livello sufficiente a denaturare la sostanza irritante e ai inibire la propagazione dell'istamina.

In caso di necessità l'applicazione può essere ripetuta a intervalli di 5 o 10 secondi. Il risultato sembra essere garantito: prurito e gonfiore dovrebbero scomparire in pochi minuti.

Foto @ John Tann - Flickr

Attenzione al pungiglione

 Gli stessi apparecchi utilizzabili sulle punture di zanzara possono essere utili quando a pungere è stata un'ape. In questo caso è però importante ricordare di togliere il pungiglione eventualmente rimasto nella pelle prima di procedere al trattamento con il calore.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI