Come far passare il mal di testa

Guida Guida

Il mal di testa può rendere la vita impossibile. Scopri tutti i metodi migliori per far passare il dolore e vivere al meglio la giornata.

Il mal di testa può diventare un problema assillante. Lo sanno bene quei 6 milioni di italiani che ne soffrono, soprattutto quel 2-3% per cui il dolore è un problema cronico.

Purtroppo a volte è difficile trovare un modo per far passare il fastidio e nemmeno l'antidolorifico più potente riesce a dare sollievo dal dolore. E' il caso di rassegnarsi?

In realtà capita che il problema sia non riuscire a trovare il rimedio giusto.

Il primo passo verso l'identificazione della soluzione migliore è scoprire di con quale tipo di mal di testa con cui si ha a che fare

Ecco come riconoscerlo e quali sono i rimedi più adatti a seconda dei casi.

  • La cefalea tensiva si riconosce dal dolore che sembra comprimere la testa tutt'intorno e perché spesso è associata allo stress, alla carenza di sonno, a tensioni del collo o all'ansia. I rimedi più adatti per farlo passare sono gli antidolorifici da banco. Vanno bene, ad esempio, l'aspirina, l'ibuprofene o il paracetamolo. Si può inoltre tentare la strada delle tecniche per ridurre lo stress, come quelle di rilassamento, la meditazione, i massaggi o il biofeedback.
  • L'emicrania è invece un caratterizzata da un dolore forte e pulsante spesso associato a nausea, vomito o ipersensibilità alla luce o ai suoni. Il modo migliore per combatterla è evitare i fattori che la scatenano, mentre quando si è in preda a un attacco si può cercare di far passare il dolore assumendo antidolorifici da banco oppure con impacchi caldi o freddi sulla testa o sul collo, massaggi e piccole dosi di caffeina. In alcuni casi è necessario assumere farmaci che richiedono la prescrizione: chiedete consiglio al vostro medico!
  • La cefalea a grappolo, più rara rispetto ad altre forme di mal di testa, è anche una delle più dolorose. La sua caratteristica è durare anche per settimane, a volte mesi, durante i quali gli attacchi si ripetono anche per più volte al giorno. Purtroppo in questo caso gli antidolorifici da banco non sono efficaci. Per questo è bene rivolgersi al medico per trovare una soluzione, che può consistere nell'iniezione di farmaci o nell'assunzione di medicinali per prevenire gli attacchi.
  • Il mal di testa cronico si riconosce perché compare almeno 15 giorno al mese. In genere è la conseguenza di un altro problema di salute, ed è proprio alla soluzione di quest'ultimo che dovrebbero mirare i trattamenti per far passare il mal di testa. Per questo anche in questo caso è fondamentale consultarsi con il proprio medico per trovare la soluzione più adatta.

Altre forme di mal di testa molto più rare richiedono una valutazione medica del caso per riuscire a formulare una diagnosi corretta che aiuti a trovare un rimedio al dolore.

Non bisogna poi dimenticare che alcuni mal di testa possono essere il sintomo di un problema più grave. Per questo è importante rivolgersi subito a un medico

  • se il dolore compare improvvisamente
  • se è scatenato da un colpo alla testa o da una caduta
  • se è associato a sintomi come febbre, rigidità del collo, confusione o convulsioni, rash, sdoppiamento della vista, debolezza o difficoltà a parlare
  • peggioramento del dolore nonostante il riposo e l'assunzione di antidolorifici

Foto © Piotr Marcinski - Fotolia.com
Fonte: Mayo Clinic 

Quando il problema è un farmaco

Esiste anche un mal di testa da abuso di farmaci, spesso gli stessi antidolorifici assunti per combatterlo. Smettere di utilizzarli è l'unico modo per tentare di risolvere il problema. Chiedete al vostro medico come fare! 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI