Come sconfiggere la dipendenza da smartphone: i consigli dello psicoterapeuta

Guida Guida

L'uso dello smartphone può diventare eccessivo a tal punto da creare una dipendenza. Scopri come evitarlo con i consigli di uno psicoterapeuta! 

L'uso dello smartphone può trasformarsi in una vera e propria dipendenza.

Racchiudendo in sé più strumenti utili durante la vita quotidiana i telefoni di ultima generazione sono diventati strumenti indipensabili per molte persone, per cui rappresentano quasi una necessità primaria

A confermarlo sono i risultati di un'indagine condotta tra i pazienti del Centro Medico Santagostino di Milano, che:

  • in oltre il 60% dei casi non spengono lo smartphone nemmeno quando vanno al cinema o a una conferenza o durante le lezioni a scuola
  • nel 50% dei casi si innervosiscono se lo dimenticano a casa
  • nel 10% dei casi dormono di meno per rimanere connessi
  • nel 6% dei casi non saprebbero cosa fare se non lo avessero a disposizione

Alla luce di questi dati Francesca Biondini, psicoterapeuta specializzata in nuove dipendenze, ricorda quali sono i pericoli corsi da chi intrattiene con il suo smrtphone un rapporto di questo tipo.

C’è un rischio di sovraccarico cognitivo”, spiega l'esperta, “che può avere ricadute sul benessere psico-fisico, sulle capacità di concentrazione e sulla produttività, sulla dimensione emotiva e cognitiva, sui comportamenti e sulla motivazione”.

Biondini cita anche uno studio scientifico condotto alla Kent State University, negli Stati Uniti, secondo cui un uso eccessivo del telefonino aumenterebbe l'ansia e ridurrebbe la felicità.

Quali sono le possibili soluzioni?

A suggerirle è la stessa Biondini:

  • Il ritorno alla natura: secondo uno studio dell'Università del Kansas allontanarsi dalla città senza portare con sé computer e smartphone può aiutare a migliorare del 50% le capcità di problem solving. “Questo”, spiega la psicoteraapeuta, “perché il nostro cervello si è evoluto organizzando il suo sistema cerebrale in base a particolari stimolazioni ben selezionate e non a una stimolazione variegata e invadente”. Il nostro cervello ha infatti bisogno di stimoli più “ordinati” rsipetto a quelli forniti dalle moderne tecnologie.
  • Usare un timer per limitare l'uso del cellulare.
  • Disabilitare le notifiche dai social network.
  • Abbassare la suoneria quando si è impegnati in un'attività importante.
  • Riservare ai social network momenti dedicati anziché “frequentarli” per tutto il giorno.
  • Durante i pasti, in metropolitana e in treno impostare la suoneria in modalità vibrazione.
  • Scrivere una lista degli impegni su un foglio di carta evitando di usare internet prima di averla portata a termine.
  • Spegnere lo smartphone in momenti specifici della settimana o della giornata.

In questo modo si potrà cercare di liberarsi dallo stato di urgenza continuo e di riappropriarsi del proprio tempo.


Foto Credit: © DigiClack - Fotolia.com
Fonte: Centro Medico Santagostino 

Un aiuto dagli esperti

Chi crede di soffrire di dipendenza da smartphone non deve sentirsi solo: rivolgendosi a un esperto di nuove dipendenze può trovare un aiuto per risolvere efficacemente il suo problema. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI