Fototipo 1 e abbronzatura: le regole per esporsi al sole

Guida Guida

Per regalarsi un'abbronzatura sana bisogna seguire delle regole. Ecco come deve esporsi al sole chi appartiene al fototipo 1! 

Per esporsi al sole senza esporre la pelle a dei rischi basta seguire delle semplici regole. Prima di tutto è però importante conoscere il proprio fototipo.

Infatti non tutti i tipi di pelle sono uguali e non tutti sono ugualmente sensibili all'esposizione agli ultravioletti (UV), quella componente dei raggi solari che può danneggiare le cellule. Conoscere il proprio fototipo permette di rendersi conto della propria sensibilità e di prendere precauzioni adeguate prima di esporsi al sole.

Il fototipo dipende dalla quantità di melanina presente nella pelle

Questo pigmento, responsabile della colorazione della pelle, riesce ad assorbire gli ultravioletti; inoltre esercita un'azione antiossidante e protegge dall'azione dei radicali liberi. Sarebbe per questo, ad esempio, che l'incidenza del tumore della pelle è inferiore fra le persone con la pelle più scura.

Infatti l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti è associata all'incidenza di tumori della pelle, ma non solo. Gli UV possono anche causare l'invecchiamento precoce della pelle, fotodermatosi e cheratosi attinica, tutti problemi associati ai cambiamenti indotti nelle cellule della pelle, nel tessuto fibroso e nei vasi sanguigni; inoltre possono scatenare reazioni infiammatorie negli occhi.

Più a breve termine, esporsi al sole può scatenare fastidiosi eritemi e ustioni. Proteggersi adeguatamente è quindi fondamentale per proteggere pelle e salute sia nell'immediato sia negli anni a venire.

Le persone di fototipo 1 sono quelle esposte a più rischi. I loro occhi sono azzurri o verdi, i loro capelli biondi o rossi e la loro pelle, molto chiara e punteggiata da piccole lentiggini, si può ustionare gravemente.

Fondamentalmente, le persone di fototipo 1 non riescono mai a regalarsi un'abbronzatura da invidia, anzi, tendono a non abbronzarsi affatto.

Inutile, quindi, cercare di ridurre il più possibile gli schermi nella speranza di una bella tintarella: la parola d'ordine deve essere protezione totale. Per questo prima di esporsi al sole è importante applicare sulla pelle cosmetici contenenti filtri solari alti che proteggano sia dagli UVA sia dagli UVB (Spf 50 o 50+).

Per il resto, le regole da seguire sono le stesse valide anche per gli altri fototipi.

La protezione deve essere riapplicata anche durante l'esposizione, soprattutto dopo bagni, docce e sudate intense. E non bisogna dimenticare di utilizzarla anche quando il cielo è nuvoloso.

La pelle e gli occhi dovrebbero essere protetti anche da indumenti e accessori adeguati, come cappelli con visiera, occhiali da sole e magliette e camicie in fibre naturali.

Infine, si dovrebbe evitare di esporsi al sole durante le ore più calde della giornata (orientativamente, tra le 11 e le 16).

>>>> LEGGI ANCHE
I 6 consigli per un'abbronzatura sicura
Video consigli per l’abbronzatura: preparare la pelle
Come aiutare l'abbronzatura con i metodi naturali

Foto: © Kaspars Grinvalds – Fotolia.com
Fonti: Oms; Photochemstry and Photobiology; Ministero della Salute; Ospedale Bambino Gesù 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI