Tumore al seno, la meditazione protegge i cromosomi

Guida Guida

Anche la meditazione aiuta a sopravvivere al tumore al seno. Scopri come protegge il Dna nei cromosomi!

Per chi ha a che fare con un tumore al seno anche approcci psicologici come la meditazione possono essere di grande aiuto.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare i loro benefici non riguardano solo la mente.

Uno studio pubblicato sulla rivista Cancer ha dimostrato che la meditazione consapevole influenza anche la struttura dei cromosomi

In particolare, i ricercatori del Tom Baker Cancer Centre e dell'Università di Calgary, in Canada, hanno scoperto che i telomeri – le strutture dalla funzione protettiva presenti alle estremità dei cromosomi che normalmente tendono ad accorciarsi con il passare del tempo – mantengono stabile la loro lunghezza nelle pazienti sopravvissute a un tumore al seno che praticano la meditazione o partecipano a gruppi di sostegno psicologico.

Lo studio ha coinvolto 88 pazienti che dopo aver concluso le terapie stavano avendo a che fare con un significativo stress emotivo.

Parte delle partecipanti è stato coinvolto in un programma di meditazione consapevole e yoga che ha previsto 8 incontri di gruppo settimanali da 90 minuti ciascuno e 45 minuti di meditazione e yoga quotidiani a casa propria.

Un altro gruppo ha partecipato a 12 incontri settimanali da 90 minuti con gruppi di supporto, mentre le restanti partecipanti hanno seguito solo un seminario di 6 ore sulla gestione dello stress.

Opportune analisi del sangue condotte all'inizio e alla fine dello studio hanno svelato l'effetto a breve termine della meditazione e dei gruppi di supporto sui cromosomi.

Tuttavia, al momento non è possibile sapere se questo effetto ha una durata a lungo termine.

Come ha però sottolineato Linda Carlson, primo nome dello studio, “ora per la prima volta abbiamo una prova che [interventi psicologici come la meditazione consapevole] possono influenzare aspetti chiave della nostra biologia”.

Sono necessarie ulteriori analisi per quantificare meglio questi potenziali benefici per la salute”, ha ammesso la ricercatrice, “ma questa è una scoperta eccitante che dà una notizia incoraggiante”.

Foto © Monika Wisniewska - Fotolia.com
Fonte: Eurekalert! 

Il ruolo dei telomeri

La capacità dei telomeri di difendere dalle malattie non è ancora del tutto chiara, ma è noto che il loro accorciamento è associato a diverse patologie e all'invecchiamento cellulare. Si ritiene invece che telomeri più lunghi abbiano un effetto protettivo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI