Asciugamani ad aria, svelati i possibili rischi per la salute

Guida Guida

Gli asciugamani ad aria possono aumentare i rischi per la salute? Tutti i dettagli riguardo gli asciugamani ad aria, molto diffusi.

Perché utilizzare asciugamani ad aria al posto di quelli di carta?

Per aiutare l'ambiente, si potrebbe rispondere: è facile che optando per i secondi finisca per sprecare grandi quantità di carta che, ricordiamo, è stata prodotta in cambio del sacrificio di molti alberi.

Altri potrebbero pensare che gli asciugamani elettrici siano per qualche motivo più igienici rispetto ai distributori di asciugamani di carta. In realtà, però, questa seconda risposta sembra essere sbagliata.

Uno studio dell'Università di Leeds, in Gran Bretagna, ha dimostrato che in quanto a diffusione di germi i moderni asciugamani sono peggiori rispetto a quelli di carta

Lo studio, condotto da un gruppo di ricercatori guidato da Mark Wilcox, docente della Scuola di Medicina dell'ateneo britannico, ha previsto di valutare la disseminazione dei germi sia con l'utilizzo degli asciugamani ad aria calda sia quando si utilizzano asciugamani che emettono aria ad alta velocità.

Per farlo è stata ricreata una situazione in cui le mani da asciugare non erano state lavate bene sporcandole con dei lattobacilli, batteri innocui in genere non presenti nei bagni pubblici. Ciò ha permesso di distinguere in modo specifico i batteri che durante l'operazione di asciugatura erano passati dalle mani all'ambiente circostante.

  • Esaminando campioni di aria prelevati attorno agli asciugamani e a una distanza di 1 e 2 metri Wilcox e colleghi hanno scoperto che la concentrazione dei lattobacilli provenienti dalle mani era 4,5 volte superiore attorno a quelli ad alta velocità che a quelli ad aria calda
  • Il confronto con le concentrazioni rilevate nell'aria dopo l'uso degli asciugamani di carta ha svelato differenze ancora più schiaccianti; qui, infatti, i lattobacilli erano 27 volte meno concentrati che attorno agli asciugamani ad alta velocità

I ricercatori hanno anche scoperto che i batteri rimangono nell'aria ben oltre i 15 secondi di funzionamento degli asciugamani moderni.

Il 48% dei lattobacilli resta nell'aria addirittura per più di 5 minuti, e dopo un quarto d'ora è possibile rilevare ancora la presenza di germi provenienti dalle mani

"La prossima volta che vi asciugherete le mani in un bagno pubblico utilizzando un asciugamani elettrico potreste diffondere batteri nell'aria senza saperlo", ammonisce Wilcox, ricordando inoltre che il pericolo è quello di un vero e proprio scambio di germi e, quindi, di possibili malattie.

Nell'aria del prossimo bagno pubblico in cui entreremo potrebbero infatti essere ancora presenti i microbi che contaminavano le mani di chi per ultimo si è lavato le mani prima di noi. Il rischio è quindi, da un lato, di raccogliere germi altrui e, dall'altro, di lasciare i propri ai prossimi utilizzatori della toilette.

Non manca però chi ha messo in dubbio l'attendibilità di questo studio. "Questa ricerca è stata commissionata dall'industria degli asciugamani di carta", ha sottolineato il portavoce di un'azienda produttrice di asciugamani ad alta velocità (per la precisione, dell'inglese Dyson).

Nemmeno Wilcox e colleghi lo negano: dalla stessa Università di Leeds ammettono che lo studio, pubblicato sul Journal of Hospital Infection e presentato a Lione in occasione della conferenza internazionale dell'Healthcare Infection Society (HIS), è stato finanziato dall'European Tissue Symposium, l'organizzazione europea dei produttori di tessuti in carta.

Dalla Dyson criticano anche la metodologia utilizzata: "Hanno testato mani coperte da guanti contaminati con quantità di batteri elevate e non realistiche e non lavati".

Insomma, anche qualora il suo risultato fosse affidabile il test simulerebbe al massimo l'asciugatura di mani non lavate o lavate male.

Sembra quindi che questi risultati debbano essere presi con le pinze. In ogni caso ci consentono di capire un po' meglio cosa succede nei bagni pubblici ogni volta che si mettono le mani sotto il getto d'aria di un asciugamani elettrico e ci ricorda quanto è importante lavarle per bene. In caso contrario il rischio potrebbe essere riempire l'aria di germi ed essere i primi a respirarli.

Foto @apoopee shmoopee - Flickr
Fonte: University of Leeds; The Telegraph 

Come lavare le mani in modo corretto

Secondo il Ministero della Salute per lavarsi le mani in modo corretto bisogna usare sia acqua che sapone. Per essere efficace l'intera procedura non può durare meno di 40-60 secondi 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI