Memoria, anche lo smartphone aiuta a proteggerla

Guida Guida

La memoria può essere protetta in diversi modi. Scopri come farlo anche grazie allo smartphone!

Per proteggere la memoria è fondamentale garantirsi uno stile di vita sano.

Un'alimentazione leggere ed equilibrata, improntata ai principi della Dieta Mediterranea, aiuta ad esempio a ridurre il rischio di aterosclerosi, un problema che può avere conseguenze anche sulla memoria.

Anche l'attività fisica gioca un ruolo importante: ossigenare il cervello aiuta a farlo funzionare meglio.

Nell'epoca in cui stiamo vivendo, letteralmente dominata dalle tecnologie, ci sono però anche altri fattori che possono aiutare a combattere gli effetti dello scorrere del tempo.

Anche uno strumento tecnologico come lo smarthpone aiuta a conservare la memoria

Gli esperti hanno puntato i riflettori sull'argomento in occasione dell'avvio dei lavori del convegno della Fondazione Atena Onlus “I meccanismi della memoria. Quali sono, perché si deteriorano, come possiamo preservarli”.

Come ha spiegato il neurochirurgo Giulio Maira la scienza suggerisce che il modo migliore per contrastare l'invecchiamento del cervello sia mantenerlo costantemente allenato.

L'inattività”, ha spiegato infatti Maira, “lo indebolisce”.

L'esperto ha anche sottolineato che qualche piccola perdita di memoria è normale e che a partire dai 50-60 anni in assenza di altri problemi non bisogna preoccuparsi: faticare a ricordarsi nomi e cognomi è normale.

Alcuni comportamenti permettono però di contrastare l'effetto degli anni.

Ecco cosa fare per proteggere la memoria

  • Allenare il cervello con la meditazione, la lettura o l'uso di nuove tecnologie come lo smartphone
  • Garantirsi un riposo adeguato
  • Fare un po' di movimento, senza sforzi eccessivi
  • Limitare il consumo di grassi, in particolare di quelli di origine vegetale
  • Mangiare frutta e verdura
  • Mangiare cereali e legumi
  • Mantenere contatti sociali
  • Evitare lo stress

Foto © fabioberti.it – Fotolia.com
Fonte: Ansa 

Un declino che inizia a 30 anni

Il cervello inizia a perdere tutti i giorni un po' di neuroni già a partire dai 30 anni. Per iniziare a proteggere la memoria non è quindi mai troppo presto! 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI