Carne e salute a Expo 2015: alla riscoperta delle proteine di alta qualità

Guida Guida

La carne è spesso accusata di nuocere alla salute. A Expo 2015 si parla però anche delle sue proteine di alta qualità. Scopri cosa se ne dice!

La carne non dovrebbe essere consumata in quantità eccessive.

Secondo i principi contenuti nella piramide alimentare della Dieta Mediterranea il consumo di carne deve essere limitato a un massimo di due porzioni alla settimana

Spesso, però, nei Paesi occidentali i limiti di questa raccomandazione vengono infranti, con conseguenze deleterie per la salute.

Diversi studi hanno ad esempio associato un elevato consumo di carne rossa alla comparsa del cancro al colon retto.

Ricerche come queste hanno fatto sì che in molti abbiano deciso di fare la scelta opposta: escludere la carne dalla propria alimentazione.

A volte questa decisione si estende a tutte le fonti di proteine animali, andando ad includere anche pesce, uova, il latte e i suoi derivati.

Ma è davvero necessario fare questa scelta?

Se alcuni esperti si schierano apertamente a favore di uno stile di vita vegetariano o vegano, secondo altri l'importanza delle proteine è a volte sottovalutata.

Anche Expo 2015 è stata occasione per puntare i riflettori sul tema.

Proprio in previsione di un incontro organizzato nell'ambito dell'esposizione universale di Milano la nutrizionista Elisabetta Bernardi, autrice del libro “Oggi cosa mangio”, ha espresso la sua opinione a riguardo.

L'esperta ha sottolineato che sia le carni che uova, pesci e molluschi rappresentano ottime fonti di proteine di alta qualità.

In particolare, secondo la nutrizionista la carne:

  • contribuisce all'equilibrio nutrizionale di uno dei regimi alimentari più salutari al mondo: la Dieta Mediterranea;
  • è una buona fonte di proteine e di amminoacidi essenziali;
  • contiene ferro emico, maggiormente biodisponibile e più facilmente assorbito dall'organismo rispetto a quello presente negli alimenti di origine vegetale.

Nemmeno la carne di maiale deve necessariamente essere evitata.

Bernardi spiega infatti che, contrariamente a quando comunemente pensato, contiene una percentuale di colesterolo relativamente bassa.

Per tutti questi motivi non ci sarebbe nulla di pericoloso nel consumare carne due volte alla settimana e la scelta migliore sarebbe la moderazione.

Foto: © Syda Productions – Fotolia.com

E i salumi?

Secondo Bernardi i salumi possono essere alleati della Dieta Mediterranea: il prosciutto cotto, che fornisce ferro e proteine, è adatto ai bambini, mentre quello crudo può trovare spazio nell'alimentazione degli anziani

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI