Cuore: la birra protegge le donne dall'infarto?

Guida Guida

La birra sembrerebbe proteggere il cuore delle donne dall'infarto. Ecco cosa hanno scoperto dei ricercatori svedesi.

La birra è una bevanda sempre più amata e sono sempre più numerosi i prodotti artigianali degustati da intenditori che nulla hanno da invidiare ai sommelier di vino.

Solleticare le papille gustative potrebbe però non essere l'unico buon motivo per scegliere questa bevanda. O, almeno, sembra che le donne possano avere una ragione in più per berla.

Un consumo moderato di birra sembrerebbe esercitare un effetto protettivo sul cuore femminile

A suggerirlo è uno studio della Sahlgrenska Academy – la facoltà di Scienze della Salute dell'Università di Göteborg, in Svezia – pubblicato sullo Scandinavian Journal of Primary Health Care.

I suoi autori hanno monitorato per oltre 30 anni lo stato di salute di 1.500 donne che, alla fine dello studio, avevano un'età compresa tra 70 e 92 anni.

Incrociando i dati relativi all'incidenza di diversi problemi di salute con quelli sul consumo di alcolici è emerso che le donne che bevono birra da 1 o 2 volte al mese a 1 o 2 volte a settimana corrono un rischio di infarto ridotto del 30% sia rispetto alle donne che non ne bevono affatto che rispetto a quelle che ne bevono di più.

Il segreto, quindi, starebbe nella moderazione.

Un consumo moderato di birra potrebbe proteggere il cuore delle donne dall'infarto

Anche studi precedenti suggeriscono che l'alcol, in quantità moderate, può avere un qualche effetto protettivo”, spiega Dominique Hange, primo nome dello studio, “ma ci sono ancora dubbi su se sia vero oppure no”.

I nostri risultati sono stati controllati rispetto ad altri fattori di rischio per malattie cardiovascolari”, sottolinea la ricercatrice, spiegando che questo approccio rende i risultati più affidabili.

Ciò non significa che non si debba più fare attenzione al consumo di birra, al cui consumo restano comunque associati tutti i rischi tipici dell'assunzione di alcolici.

Ricordiamo che secondo le “Linee guida per una sana alimentazione italiana” dell'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran) per una donna un consumo moderato di birra – tollerabile da chi è in buona salute – corrisponde a 1-2 lattine da 330 ml di una varietà di media gradazione.

Foto © william87 – Fotolia.com
Fonti: Sahlgrenska Academy; Sapermangiare 

E il vino?

Lo studio svedese non è riuscito a valutare la correlazione tra consumo di vino e infarto. Solo altri studi potranno dirci se anche questa bevanda alcolica potrebbe avere questo stesso effetto protettivo sul cuore delle donne. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI