Sigarette elettroniche e cancro: svelati possibili rischi per cellule umane

Guida Guida

Le sigarette elettroniche possono causare il cancro? Scopri i rischi per le cellule umane provati dalla scienza!

Le sigarette elettroniche hanno fatto la loro comparsa sul mercato promettendo di aiutare ad eliminare uno dei principali fattori di rischio per il cancro: il fumo di tabacco.
Dopo gli entusiasmi iniziali si è però acceso il dibattito sulla loro sicurezza, e diversi studi scientifici hanno seminato il dubbio che nemmeno le e-cig siano totalmente innocue per la salute.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Oral Oncology potrebbero addirittura promuovere la comparsa dei tumori.

I vapori prodotti dalle sigarette elettroniche possono danneggiare le cellule umane in un modo che potrebbe portare al cancro

La scoperta è stata effettuata da un gruppo di ricercatori del Veterans Affairs San Diego Healthcare System guidato da Jessica Wang-Rodriguez, esperta di tumori della testa e del collo dell’Università della California di San Diego.
I ricercatori hanno trattato cellule epiteliali umane coltivate in laboratorio con l’estratto ottenuto da due diversi tipi di sigaretta elettronica, con e senza nicotina.

E’ stato così scoperto che gli estratti danneggiano le cellule, ad esempio generando rotture nel DNA che se non riparate opportunamente possono predisporre all’insorgenza di tumori.

Diversi studi hanno dimostrato che la nicotina può danneggiare le cellule”, ha spiegato Wang-Rodriguez. “Ma noi abbiamo scoperto che anche altre variabili possono danneggiarle. Devono esserci altre componenti nelle sigarette elettroniche in grado di creare questi danni”.

L’esperta ha però ammesso che questo studio presenta dei limiti.

Per il momento siamo stati in grado di scoprire che le sigarette elettroniche, in generale, hanno qualcosa a che fare con un aumento della morte cellulare. Speriamo di identificare i singoli componenti che contribuiscono a questo effetto”.

Non solo, le cellule utilizzate negli esperimenti non sono del tutto paragonabili a quelle presenti nell’organismo e le dosi di estratto cui sono state esposte sono superiori ai vapori normalmente svapati dagli utilizzatori di e-cig.

In questo studio era come se qualcuno avesse fumato continuamente per ore. Vogliamo sapere a quale dose viene attivato quell’interruttore che ci fa vedere il danno”.

L’esperta sembra però non avere dubbi almeno su un altro punto: “In base alle evidenze attuali credo che [fumare le sigarette elettroniche] non sia meglio di fumare le classiche sigarette”.


Foto: © prostooleh – Fotolia.com
Fonte: U.S. Department of Veteran Affairs

Chi sono i colpevoli?

Fra i possibili cancerogeni presenti nel vapore delle sigarette elettroniche responsabili dei danni alle cellule umane sono inclusi la formaldeide e il diacetile. Solo studi più approfonditi potranno identificare altri eventuali colpevoli.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI