Farmaci effervescenti, attenzione ai rischi per cuore e arterie

Guida Guida

 I farmaci effervescenti possono aumentare i rischi per cuore e arterie. Scopriamo insieme perché è meglio evitarli!

 I farmaci effervescenti sono la soluzione ideale per chi ha difficoltà a deglutire compresse di dimensioni notevoli.

Sciogliendosi in acqua, i medicinali "frizzanti" rappresentano una soluzione pratica al problema. Purtroppo, però, queste formulazioni nascondono un'insidia.

Secondo uno studio britannico pubblicato sul British Medical Journal i farmaci effervescenti apportano dosi di sodio pericolose per la salute di cuore e arterie

Gli effetti collaterali di un'assunzione eccessiva di sodio sono al centro dell'attenzione degli esperti ormai da molto tempo.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità per proteggere la salute e ridurre il rischio cardiovascolare non bisogna superare i 2 grammi al giorno, dose apportata da un cucchiaio da tè di sale da cucina.

Le analisi condotte dai ricercatori dell’Università di Dundee e dell’University College di Londra, che hanno coinvolto 1,2 milioni di pazienti, hanno svelato che a causa dell'elevato contenuto di sodio assumere farmaci effervescenti alla dose massima raccomandata aumenta del 16% il rischio di infarto, ictus o di patologie vascolari fatali.

Le scoperte non si sono però fermate qui. Gli scienziati hanno infatti scoperto anche che:

  • i farmaci effervescenti aumentano di 7 volte il rischio di pressione alta;
  • assumere medicinali effervescenti anziché la loro versione "tradizionale" aumenta del 28% il tasso di decesso.

"Quello che vorremmo", ha spiegato Jacob George, primo autore dello studio, "è che i pazienti possano prendere decisioni informate con l’aiuto del loro medico".

Per questo secondo il ricercatore è importante sia che i pazienti siano avvertiti dell'esistenza di questo rischio, sia che i medici prescrivano i farmaci effervescenti "con cautela, solo se i benefici percepiti superano i rischi".

 

Foto: @ NapInterrupted - Flickr

Fonte: MedlinePlus

 Ridurre il sale aggiunto ai cibi durante la loro preparazione aiuta a rimanere nei limiti raccomandati dagli esperti. Un'alternativa per insaporire gli alimenti sono spezie e aromi: usate più rosmarino, salvia, peperoncino, zafferano e chi più ne ha, più ne metta!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI