Come dire ti amo in 10 lingue

Guida Guida

La forma è diversa ma il contenuto affettivo non cambia: ecco come si dice “ti amo” nel mondo

In italiano sono solo due parole ma fanno vibrare il cuore. Ne bastano due, per avere un effetto immediato. Prima si passa per il “ti voglio bene”, poi si arriva al “ti amo”.

C’è chi lo dice subito, chi aspetta, chi ha paura, chi le pronuncia con parsimonia. In qualunque parte del mondo tu ti trova, il contenuto affettivo del messaggio non cambia.

E’ semplicemente la forma ad assumere un aspetto diverso. Ecco come dire di amo in altre 10 lingue. Un modo di dire “ti amo” che tutti conosciamo è quello inglese: “I love you”. A differenza dell’italiano, l’inglese accumula in quel “I love you” un po’ tutti i sentimenti di affetto, incluso il "ti voglio bene". Questo non vuol dire che il valore vada perso: si tratta semplicemente, per chi è dall’altra parte, di sentire quale sentimento viene comunicato.

In francese è la volta del romantico "Je T’aime", in spagnolo del vivace "Te quiero". Ma non finisce qui.

In tedesco “ti amo” si dice "Ich liebe dich" e persino nel suono c’è un che di dolce. “Ena ahebak” è il ti amo arabo. "Mena Tanda Wena", quello africano. Già a pronunciarle a voce queste parole danno un senso di familiarità anche se non conosciamo la lingua. In cinese “ti amo” si pronuncia “Wo ai ni”.

Una parentesi a parte va invece aperta per la lingua giapponese ed ebraica, dove “ti amo” si dice in modi diversi a seconda delle sfumature.

In giapponese si comincia con “Daisuki”, che vuol dire "mi piaci": corrisponde un po’ al nostro ti voglio bene e serve per far intendere all’altro che c’è un interesse forte a conoscerlo. Poi si passa a “Aishiteru” che significa “ti amo, realmente”. Non che esista un “ti amo per finta”, ma in Giappone preferiscono sottolineare l’autenticità di quel che provano per l’altro.

Infine “Koishiteru” è la dichiarazione d’amore più grande, profonda e lungimirante (al punto da essere quasi eterna): “ti amo e voglio passare tutta la mia vita con te”.

Ma non finisce qui! In ebraico, il modo di dire “ti amo” cambia a seconda che a dirlo sia l’uomo o la donna: nel primo caso si dice "Anee ohe otakh", nel secondo "Anee ohevet otkha”. L’amore unisce, anche in lingue diverse.

>>>LEGGI ANCHE: 10 frasi sull'amore

Foto @ Ciaobucarest | Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI