Tutte le razze di gatti nudi

Classifica Classifica

Siamo abituati a vedere gatti dai mantelli morbidi e folti ma esistono anche razze feline glabre cioè prive di pelo: scopriamo quali sono i gatti nudi.  

Le razze feline sono davvero tante e alcune hanno caratteristiche davvero particolari. Molto curiosi sono ad esempio i gatti nudi, così nominanti perché privi del folto e morbido pelo che solitamente ricopre tutto il corpo del micio.

Attualmente si contano 6 razze diverse di gatti nudi, tutte quante generate da incroci tra gatti che presentavano mutazioni genetiche assolutamente naturali.

Scopriamo meglio queste razze di gatti molto insolite.

6. Canadian Sphynx

credit Fine Art America

Il Canadian Sphynx, o più comunemente Sphynx, è considerato il gatto nudo per eccellenza perché è il più conosciuto e diffuso. Questa razza ha avuto origine in Canada attorno agli anni ’70 per l’accoppiamento di due gatti di strada ritrovati senza pelo per una mutazione genetica. Gli Sphynx hanno orecchie grandi, testa un po’ allungata, corpo muscoloso che presenta rughe, zampe lunghe e coda sottile. La pelle si presenta di tre tipi: rubber, cioè simile alla gomma; peach, cioè vellutata come una pesca; wax, ovvero della consistenza della cera.

5. Peterbald

credit www.heavenlyhairlesspeterbaldcat.com

Noto anche come Siamese nudo, il Peterbal nasce dall’incrocio tra il Don Sphynx russo (Donskoy) e i gatti Siamesi e Orientali di tipo moderno grazie all’impegno della felinologa russa Olga Mironova. Nel 1994 a San Pietroburgo viene alla luce una cucciolata dall’accoppiamento di un Donskoy e un gatto Siamese: i cuccioli presentano una leggera peluria sul corpo che rende la pelle simile al velluto.

4. Kohona

credit MyFeed

Il Kohona può considerarsi l’unico gatto veramente nudo perché privo di bulbi piliferi a causa di una mutazione genetica. E’ chiamato anche “gatto nudo Hawaiano” perché il primo esemplare è nato proprio nelle isole Hawaii. Il Kohona è ancora poco conosciuto ed estremamente raro: per evitarne l’estinzione un’allevatrice di gatti di razza Sphynx, in California, sta portando avanti un accurato programma di allevamento dei Kohona.

3. Donskoy

credit Purrfect Cat Breeds

La razza del Donskoy o Don Sphynx russo nasce nel 1987 quando a Rostov, nella Russia meridionale, viene trovata una gatta randagia dalla pelliccia rada. Una volta compreso che la gatta, chiamata Varya, non era affetta da dermatite, si sono inziati degli studi geneticamente più approfonditi. Si è scoperto che Varya e i suoi discendenti presentavano un gene dominante ben diverso da quello recessivo della razza Sphynx. A differenza dello Sphynx, la pelle del Donskoy è più ruvida al tatto ed è più pregna di sudore.

2.Ukrainian Levkoy

credit AnimalWised

Il Levkoy ucraino è nato nel 2004 dal lavoro compiuto l’allevatrice Elena Birjukova: dall’incrocio di un Don Sphynx e di uno Scottish Fold nasce un gatto micio senza pelo e con le orecchie pendenti in avanti. Anche se il Levkoy ucraino sta diventando sempre più popolare, le organizzazioni internazionali come The International Cat Association (TICA) e World Cat Federation (WCF) non riconoscono ancora la razza che tuttavia è stata riconosciuta dai club di allevamento russi e ucraini.

1.Elf

credit Koty.pl

I gatti di razza Elf sono molto recenti e sono nati in Russia dall’incrocio tra lo Sphynx e l’American Curl. Il nome Elf deriva dal fatto che questo gatto assomiglia a un elfo a causa delle sue orecchie a punta, girate all’indietro. La taglia del gatto Elf è media, il peso è compreso tra i 3,6 e i 6,8 kg e la pelle morbida, senza pelo, è di colore grigio-rosa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI