Guida all’influenza A: rischi e vaccino

Video Video
Guida all’influenza A: rischi e vaccino. Ascolta il pediatra e scopri se neonati e donne in gravidanza sono più a rischio di influenza A, e se vale la pena vaccinarsi. Guida pratica.

A domanda… risposta

Quali precauzioni è meglio adottare con i neonati?
I bambini che non hanno ancora compiuto un anno di età corrono il rischio di essere maggiormente esposti al virus, perché il loro sistema immunitario non è giunto a maturazione. Il bambino acquisisce gli anticorpi durante la gravidanza, per poi perdere queste difese dopo nato, creando un sistema immunitario autonomo.

Un neonato che si ammala è a rischio?
Questa influenza non comporta rischi maggiori o diversi rispetto alle altre forme influenzali. Anche per i neonati vale la regola di somministrare antipiretici per la febbre e prestare attenzione all’idratazione.

E una donna incinta? Che rischi corre?

Questo virus influenzale non porta malformazioni o danni al feto. Una donna in gravidanza che contrae l’influenza (qualsiasi tipo di influenza) rischia di partorire anzitempo con i problemi che un parto prematuro può comportare. Per questo motivo, le donne in lieta attesa, soprattutto se al 2° o al 3° mese di gravidanza, sono caldamente consigliate di sottoporsi a vaccinazione prima della stagione tipica dell’influenza.

E se mi ammalo mentre allatto? Devo sospendere l’allattamento?

No, è bene continuare ad allattare per i seguenti motivi: il virus influenzale non si trasmette attraverso il latte materno; il latte materno è talmente ricco di fattori immuno-protettivi, di anticorpi in sostanza, che non può che fare bene al bambino.
È buona norma, invece, seguire le norme igieniche e preventive: lavarsi accuratamente e spesso le mani, tenere una mascherina mentre si allatta (per evitare il contatto con le goccioline di saliva della mamma).

Chi deve essere vaccinato contro l’influenza?

Le regole valgono per qualsiasi influenza, come ogni anno; è buona norma considerare la vaccinazione come un’opportunità. Oggi i vaccini sono sempre più sicuri e privi di effetti collaterali, quindi si consiglia la vaccinazione a tutti i soggetti. Per la normale influenza stagionale, il bambino a partire dai 6 mesi può essere vaccinato; per questa nuova influenza di tipo A, per il momento si consiglia di somministrare il vaccino dopo i 2 anni di vita. Questo perché gli studi clinici sull’efficacia del vaccino nei bambini fra i 6 e i 2 anni sono ancora insufficienti.

CREDITS

Autore
Gaia Melotti

Regia
Francesca Loupakis
Paolo Pisacane

Producer
Gaia Melotti

Operatori
Francesca Loupakis
Paolo Pisacane

Montaggio
Paolo Pisacane

Esperto
Prof. Gian Vincenzo Zuccotti, Direttore Clinica Pediatrica, Ospedale Luigi Sacco, Milano

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI