Come superare la paura del parto

Guida Guida

Capita a tutte le future mamme di pensare al momento del parto con un po’ di preoccupazione: ecco allora qualche suggerimento per tenere a bada l’ansia.

Soprattutto a partire dal terzo trimestre di gravidanza, le donne in dolce attesa vengono assalite da paure e preoccupazioni legate al momento del parto: sentirò dolore? Ce la farò? Quanto tempo durerà il travaglio?

Specie se si tratta della prima gravidanza è normale e anche salutare porsi delle domande e avere dei dubbi.

L’importante però è imparare a gestire la paura affrontandola razionalmente e facendosi supportare da chi ci è vicino

Ecco allora qualche dritta anti-panico in vista del parto.

  • Frequentare un corso preparto è sicuramente un’ottima scelta per ridurre la paura. Sapere cosa succederà durante il travaglio e quali sono le diverse fasi  a cui andrete incontro può essere infatti molto rassicurante. La presenza di un’ostetrica con la quale chiarire dubbi o preoccupazioni e il confronto con le altre mamme, faranno il resto.
  • Scegliere personale di fiducia. Se vi sentite più tranquille a partorire dove lavora il ginecologo che vi ha seguite durante la gravidanza, piuttosto che dove conoscete già ostetriche e puericultrici, non abbiate alcuna esitazione. Sapere di essere seguite da uno staff di cui si ha fiducia vi permetterà di ridurre l’ansia al minimo.
  • Anche la scelta della persona che vorrete accanto durante il travaglio non è scontata. Dovrete optare per una figura in grado di rasserenarvi e supportarvi: può essere il vostro compagno ma anche la mamma, un’amica fidata… l’importante è decidere rispettando solo i propri reali bisogni e non cercare di accontentare i desideri altrui.
  • Se avete già deciso dove partorire, un’altra astuzia può essere quella di informarsi circa le tecniche per ridurre il dolore messe a disposizione dall’ospedale prescelto: in alcuni può essere la prassi praticare l’epidurale, in altri potrete avere la possibilità di partorire utilizzando il gas esilarante.
  • Infine,  anche frequentare un corso di yoga in gravidanza può essere vantaggioso: vi permetterà di imparare tecniche di rilassamento, basate sulla respirazione, che potrebbero essere di fondamentale importanza durante il travaglio.

 

© Kristin Gründler - Fotolia.com

Ricordatevi anche di non dare troppo peso ai racconti delle altre: ogni parto è a sé e farsi condizionare troppo potrebbe aumentare la paura.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI