Come calcolare il peso giusto in gravidanza

Guida Guida

L'aumento di peso durante la gestazione è un dato da monitorare con attenzione: ecco allora come regolarsi.

Il controllo del peso durante i mesi di gestazione è un fattore che le future mamme non dovrebbero trascurare. Se da un lato l'aumento del peso è un dato assolutamente fisiologico, dall'altro bisogna considerare che prendere troppi chili in gravidanza può comportare qualche problematica.

Il maggiore rischio legato a un aumento di peso eccessivo durante la gravidanza riguarda il feto, che può raggiungere e superare i 4 kg di peso, rendendo difficile il momento del parto.

Come regolarsi allora? E quanti chili si possono prendere durante i nove mesi?

I fattori da considerare sono in realtà diversi, prima tra tutti il peso inizale della mamma: se all'inizio della gestazione la mamma rientra nei parametri del suo peso forma, si stima che potrà prendere, fino al momento del parto, tra i 9 e i 12 chili.

Diversamente se la gestante è già in sovrappeso, dovrà attenersi scrupolosamente al parere del medico che saprà stabilire quanti chili al massimo potrà prendere per il benessere suo e del piccolo.

In ogni caso, è sempre opportuno che la futura mamma impari a seguire un'alimentazione sana ed equilibrata che assicuri le sostanze nutritive indispensabili durante l'attesa ma che allo stesso tempo non sia troppo calorica.

In linea di massima l'aumento del peso varia sensibilmente a seconda del trimestre di gravidanza:

  • nel primo trimestre, può capitare che la mamma non prenda alcun chilo in più o che addirittura dimagrisca, come conseguenza delle classiche nausee che si verificano nelle prime settimane;
  • il secondo trimestre, invece, è quello in cui comincia a comparire la pancia, le nausee sono terminate e l'aumento di peso può raggiungere circa 1,5 kg al mese. In questa fase è bene comunque tenere sotto controllo il peso per non arrivare ai mesi prima del parto troppo appesantite;
  • l'ultimo trimestre, in genere il più faticoso, la futura mamma può prendere anche 2 chili al mese, sempre prestando attenzione a non superare il limite consentito con il parere del ginecologo. In questa fase l'alimentazione andrà tenuta sotto controllo e dovrà prediligere, oltre a frutta e verdura,  alimenti proteici e carboidrati come pasta, pane e riso per contrastare il senso di stanchezza e la fatica.

L'importante, infine, è monitorare il peso in modo equilibrato, senza farsi prendere dall'ansia e senza essere troppo spaventate dai chili presi durante la gravidanza: nella maggior parte dei casi, infatti, quasi tutte le mamme riacquistano la loro silhouette un anno circa dopo il parto.

Foto © adrian_ilie825 - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI