Piselli: calorie e benefici

Guida Guida

Quante calorie si nascondono in una porzione di piselli? Scopri i benefici associati al loro consumo! 

I piselli sono prodotti di stagione tipici dei mesi primaverili, ma tra serre, varianti in scatola e buste di legumi secchi o surgelati possono essere portati in tavola tutto l'anno.

I piselli vengono spesso consumati di contorno, come se fossero delle verdure, ma in realtà di tratta di legumi

Le loro proprietà nutrizionali cambiano a seconda che si tratti di piselli freschi o conservati in vario modo?

Ad aiutarci a rispondere a questa domanda sono le analisi effettuate dall'ex Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (Inran), da cui emerge una prima grande differenza: le calorie apportate dai piselli variano a seconda della forma presa in considerazione.

Infatti mentre 100 g di piselli freschi portano con loro solo 52 Calorie, una pari quantità di piselli secchi ne racchiudono ben 286.

Questa differenza non dovrebbe sorprenderci; infatti a distinguere le due forme è il contenuto di acqua, e l'acqua non porta con sé delle calorie.

Dobbiamo quindi fare attenzione: quando pesiamo dei piselli, che siano freschi oppure secchi può fare una grande differenze in termini di calorie.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la cottura. Infatti, stando alle analisi dell'Inran, una volta cotti 100 g di piselli freschi diventano più calorici, arrivando circa a raddoppiare il loro apporto energetico (che sale a 91 Calorie) anche quando vengono semplicemente cotti in padella senza aggiungere dei grassi.

Anche i piselli in scatola tendono ad essere più calorici rispetto a quelli freschi crudi, ma in questo caso la differenza non è molto grande; 100 g di questi legumi, una volta scolati, apportano infatti 68 Calorie, solo 16 in più rispetto alla loro controparte fresca.

Nel caso di quelli surgelati, invece, non c'è una differenza sostanziale rispetto ai piselli freschi crudi: in 100 g sono racchiuse solo 48 Calorie.

Per quanto riguarda, invece, i benefici derivanti dal loro consumo, fondamentalmente si tratta dei vantaggi associati all'assunzione di legumi: fare il pieno di fibre (alleate del benessere intestinale, della linea e del controllo degli zuccheri e del colesterolo nel sangue) e di proteine di origine vegetale (e quindi non associate al colesterolo o a grandi quantità di grassi saturi).

E' però importante ricordare che i singoli alimenti di origine vegetale non contengono tutti gli aminoacidi essenziali per il nostro organismo (quelli che dobbiamo assumere necessariamente con l'alimentazione perché non siamo in grado di sintetizzarli).

Per questo è importante abbinare tra loro diverse proteine di origine vegetale, ad esempio consumando i legumi insieme ai cereali. Nel caso dei piselli è possibile ad esempio utilizzarli per preparare un piatto unico insieme a del riso o a della pasta, preferibilmente integrali.

Alle fibre e alle proteine si aggiungono vitamine e minerali, in particolare vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina e niacina), potassio, ferro, calcio e fosforo. Cosa stai aspettando ancora per metterli nel piatto?

Foto: © dream79 – Fotolia.com
Fonte: Sapermangiare.mobi 

>>>LEGGI ANCHE: Come curarsi con i benefici dei legumi

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI