Come curarsi con i benefici del topinambur

Guida Guida

Appartiene alla famiglia dei girasoli ma ha un sapore simile al carciofo. Ricco di potassio e fibre disintossicanti, ecco tutti i benefici del topinambur.

Il topinambur è un tubero che anticamente veniva chiamato “girasole articocco”(da artichaut, in francese carciofo) per via del sapore che ricorda appunto quello del carciofo. Come il girasole, appartiene alla famiglia delle Asteracee, si presume si originario del Nord America e che fosse l’ortaggio salva vita di molte tribù nomadi di indiani pellerossa.

Ecco come curarsi con i benefici del topinambur.

  • Il topinambur contiene molta inulina, uno zucchero complesso che, a differenza dell’amido contenuto nelle patate, è consigliato nei trattamenti per la perdita di peso o anti-obesità: assunta con molta acqua contribuisce ad un senso di sazietà prolungato nel tempo.
  • Proprio perché contiene inulina, questo tubero è utile in caso di diabete o distrubi del pancreas. Infatti mentre l'amido si trasforma in glucosio nel primo tratto intestinale, l’inulina viene assorbita in un secondo momento (nel colon) e si trasforma in fruttosio, evitando qualsiasi impatto sui livelli di zucchero nel sangue.
  • Anche chi ha problemi di colesterolo alto può sfruttare i benefici del topinambur, che rallenta l'assorbimento di questa molecola da parte dell'intestino.
  • L’inulina presente nel topinambur migliora anche la digestione e riduce la formazione dei gas intestinali. La sua presenza favorisce la crescita di Bifidobatteri e Lactobacilli, contrastando quella di batteri patogeni e, quindi, riequilibrando la flora intestinale.

topinambur chips

Foto © uckyo - Fotolia.com

Non solo, il topinambur è molto efficace come disintossicante, soprattutto dopo l’assunzione prolungata di antibiotici e sotto forma di farina combatte la stitichezza.

  • L’assunzione di inulina riduce significativamente il rischio di tumori intestinali e favorisce l’assorbimento da parte del colon di calcio, magnesio, ferro e zinco.
  • Fra le altre molecole presenti nel topinambur, la vitamina A è utile per la vista, mentre le vitamine B contrastano spossatezza, anemia e stress e l'arginina protegge il fegato e favorisce la cicatrizzazione delle ferite.
  • Abbinando il potassio presente in questo tubero allo zolfo dei cavoli freschi si contribuisce a depurare sangue e tessuti, soprattutto nel tratto digerente, ma anche reni e vescica, scongiurando infezioni e cistiti.

Il topinanbur può essere consumato a crudo, condito con olio e prezzemolo o con un po' di limone, o lessato, magari facendone un vero e proprio purè. I benefici non sono, però, solo nella radice: i fiori gialli del topinambur contengono ormoni vegetali e antiossidanti e hanno virtù ricostituenti. Si possono aggiungere, ad esempio, alle insalate.

>>>> LEGGI ANCHE
In cucina con Spyros: pollo ripieno con patate viola e topinambur
Purè di topinambur e patate: come si prepara
Come fare il risotto al topinambur


Foto @cynoclub-Fotolia.com

Il topinambur fiorisce in tarda estate e per l’uso alimentare si consiglia di scegliere tuberi marrone chiaro senza macchie scure.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI