Come rallentare la caduta dei capelli con vitamine e proteine

Guida Guida

In alcuni periodi dell'anno la caduta dei capelli è più accentuata. Scopri come rallentarla con l'alimentazione! 

La caduta dei capelli raggiunge in autunno picchi del 45%.

A influenzare questo fenomeno è di sicuro lo stress che i capelli hanno dovuto sopportare durante l'estate.

Infatti i raggi solari, la salsedine, l'aumento delle polveri nell'aria, la maggior sudorazione e il purtroppo immancabile inquinamento può aver messo a dura prova anche le chiome più sane.

Un altro periodo critico può essere la primavera. Cosa fare in questi periodi dell'anno?

Anche l'alimentazione può aiutare a rallentare la caduta dei capelli

In particolare, fare il pieno di vitamine e di proteine aiuta favorisce il buono stato di salute dei capelli.

Da questo punto di vista mangiare pesce, arance e peperoncino aiuta ad evitare che un fenomeno tipicamente stagionale si trasformi in un più serio problema di calvizie.

La vitamina C promuove la sintesi di proteine che favoriscono la salute del capello

Quella tipicamente associata agli agrumi non è però l'unica vitamina amica dei capelli.

Come spiega Maria Grazia Caputo, medico estetico dell'Ospedale Fatebenefratelli di Roma, anche la vitamina B presente nelle verdure a foglia larga può aiutare a rallentare la caduta dei capelli.

Inoltre le proteine, che costituiscono una parte importante della struttura dei capelli, devono essere assunte anche attraverso l'alimentazione.

Largo, quindi, alla carne, alle uova e al pesce, che dà il suo contributo anche fornendo preziosi grassi polinsaturi amici della salute, gli omega 3.

Come sempre, insomma, la strategia migliore è scegliere un'alimentazione sana, equilibrata e completa che, conclude Caputo, “è alla base anche della buona salute del capello”.

Foto @ faungg's photo – Flickr 

Attenzione alle cure miracolose

Spesso capita di imbattersi in proposte miracolose contro la caduta dei capelli. Fate attenzione: può trattarsi di vere e proprie bufale. Meglio rivolgersi a un dermatologo o a un medico estetico qualificati. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI