Attenzione alla vitamina D, le carenze aumentano il rischio di diabete

Guida Guida

La vitamina D è fondamentale per mantenersi in salute. Scopri il rischio di diabete associato a sue carenze!

La vitamina D aiuta a proteggere la salute in diversi modi.

Oltre ad aiutare l'organismo ad assorbire il calcio, favorendo così la salute di ossa e muscoli, sembra contrastare l'obesità.

L'Endocrine Society ricorda infatti che alcuni studi scientifici hanno svelato che bassi livelli di vitamina D sono associati ad una maggiore probabilità di essere obesi.

Ma non finisce qui.

Chi è caratterizzato da basse concentrazioni di vitamina D nell'organismo ha una maggiore probabilità di soffrire di diabete di tipo 2

A svelare questa associazione è uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.

La ricerca ha coinvolto circa 150 pazienti e ha previsto la loro classificazione in base all'indice di massa corporea e alla presenza di diabete o prediabete oppure alla completa assenza di problemi associati ad alterazioni del livello di zuccheri nel sangue.

Misurando i livelli di vitamina D nel sangue dei partecipanti e l'espressione del gene codificante per il suo recettore nel loro tessuto adiposo gli autori dello studio hanno scoperto che le persone obese senza problemi con il metabolismo del glucosio erano caratterizzate da livelli di vitamina D superiori di quelli rilevati in chi soffriva di diabete.

Le persone magre con diabete o altri problemi nel metabolismo del glucosio avevano invece più spesso bassi livelli di vitamina D.

I ricercatori hanno anche scoperto che le quantità di vitamina D nel sangue erano direttamente associati ai livelli di glucosio, ma non all'indice di massa corporea

I nostri risultati indicano che la vitamina D è associata al metabolismo del gluocosio più di quanto non lo sia l'obesità”, spiega Manuel Macías-González, ricercatore dell'Università di Malaga che ha partecipato allo studio.

Secondo Macías-González tutto ciò suggerisce che la carenza di vitamina D e l'obesità agiscano sinergicamente, aumentando il rischio di diabete e di altri disturbi metabolici.

La soluzione? Prima di tutto garantirsi un'alimentazione salutare e un'attività fisica regolare, soprattutto all'aria aperta. Chiedete un consiglio al vostro medico!


Foto: © Toniiikon - Fotolia.com
Fonte: Endocrine Society 

Non solo cibo

La quantità di vitamina D assunta attraverso il cibo non è molto elevata. Per garantirsene livelli ottimali è fondamentale anche un'adeguata esposizione al sole, che stimola la sua produzione nella pelle. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI