Combattere il sebo per sconfiggere l'acne

Guida Guida

L'eccesso di sebo non è l'unica causa dell'acne. Ecco cosa hanno scoperto le ultime ricerche. Leggi questa guida per sapere come agire sulla pelle acneica.

L'acne non è un semplice problema estetico, ma una malattia della pelle spesso difficile da combattere.

In genere considerato un problema dell'adolescenza, in realtà colpisce anche il 12% delle donne e l'1% degli uomini in età adulta.

Il suo principale responsabile è il sebo. Fino ad oggi si era pensato che a giocare un ruolo fondamentale fosse un eccesso della sua produzione, ma ora un nuovo studio mette l'accento su un altro aspetto.

I ricercatori dell’Ospedale Dermatologico di Berlino, dell’Istituto Dermatologico San Gallicano IRCCS di Roma e del Laboratoire Dermatologique Bioderma hanno scoperto che una delle cause dell'acne è la variazione della composizione del sebo

Secondo i ricercatori il problema sta nell'alterazione dei livelli di 3 acidi grassi: l'acido sapienico, che possiede un'attività antibatterica, l'acido oleico, che difende la barriera cutanea, e l'acido linoleico, che controlla la permeabilità della pelle.

  • Se l'acido sapienico diminuisce aumenta il rischio di infezioni.
  • La riduzione della protezione offerta dall'acido oleico favorisce la comparsa dei punti neri.
  • La diminuzione dell'acido linoleico, invece, ispessisce la pelle.

Per questo secondo gli esperti un obiettivo fondamentale della terapia dell'acne deve essere mantenere la composizione del sebo il più possibile simile a quella di una pelle sana.

Rivolgersi al dermatologo è la scelta migliore: solo un esperto saprà valutare la gravità della situazione e consigliare la terapia più adatta in base alla localizzazione prevalente dei brufoli, il sesso e l'età del paziente, eventuali trattamenti falliti e l'assunzione di farmaci, il periodo dell'anno e lo stato di salute generale.

In altre parole, il trattamento deve essere personalizzato.

Da parte sua il paziente deve seguire scrupolosamente la terapia prescritta, arrendendosi al fatto che per sconfiggere l'acne possono essere necessari degli anni.

Un trattamento corretto sotto tutti questi aspetti ridurrà al minimo il rischio che l'acne lasci segni indelebili sulla pelle di chi ne ha sofferto, come lesioni o cicatrici.

 

Foto: © vladimirfloyd - Fotolia.com
Fonte: HealthCom Consulting 

L’acne può essere contrastata anche con l'alimentazione. Una dieta ricca di omega 3, vitamina A, vitamina D e zinco ne riduce la comparsa, mentre latticini e dolci devono essere evitati da chi soffre di questo problema.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI