Come gestire le relazioni virtuali sui social network (prima parte)

Guida Guida

Flirt, innamoramento, amicizia? Come gestire al meglio le relazioni nate online? Quali rischi si corrono? Ecco alcuni utili consigli

Sempre di più i social network alimentano il focolare delle “amicizie” dove le parole diventano semplici vocaboli, e i sorrisi sostituiti da emoticons e tutto questo non soddisfa il bisogno vero di vicinanza.
A maggior ragione un flirt nato in rete. Come vanno gestite queste relazioni virtuali? Ecco alcuni consigli.
 

  • Flirtare usando social network può essere divertente per chi ha bisogno di ricevere degli apprezzamenti, delle conferme ma giocare alle lusinghe reciproche non vuol dire investire realmente emotivamente. Farlo potrebbe essere sintomo di qualcosa che non va con la propria autostima che se “scarsa” potrebbe trasformare il gioco in un vero “bisogno” di queste conferme.
  • Chi flirta in rete non dovrebbe prendere sottogamba questo tipo di legame in corso perché anche se non c’è la componente fisica, l’investimento emotivo che potrebbe subentrare sarebbe vero come nella vita reale. Se le cose andassero diversamente da come si pensano, potrebbe comportare sofferenza, delusione o la stessa sensazione di tradimento. E’ bene quindi, sapere fin da subito che questo può accadere per non trovarsi impreparati o meglio, per evitare pericoli prima che sia troppo tardi.
  • Quando il coinvolgimento emotivo sopraggiunge, diventa difficile tenere separati spirito ludico e sentimenti. Per questo bisognerebbe smettere di flirtare prima che sia troppo tardi. Ad un certo punto bisogna fermarsi per non rischiare delusioni e fraintendimenti, anche quando ci sembra di avere la situazione sotto controllo, perché spesso si sopravvaluta la propria sicurezza.
  • Attenzione alle confidenze intime. Per più di un motivo.  Aprirsi in rete può venire più facile, la rete favorisce la voglia di sfogarsi ma questa apertura, spesso, non è da attribuire ad una eventuale “intesa” ma solo alla distanza e la barriera offerta dal pc. Inoltre, se una persona racconta le proprie esperienze personali e delicate non sempre denota fiducia o interesse nei confronti dell’interlocutore: dedurre le intenzioni di qualcuno dalle sue confidenze può essere una trappola della rete. Le confidenze, spesso, vengono usate per colpire, conquistare, compiacere e anche per manipolare. Attenzione. Attenzione. Attenzione.


Nella seconda parte di questa guida altri consigli per gestire al meglio le relazioni virtuali.

 

Leggete anche la guida come vincere la philofobia: la paura di amare.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI