Quanto costa mantenere un cane? Le spese da sostenere

Guida Guida

In Inghilterra mantenere un cane costa all’incirca 1.800 euro l’anno. E in Italia? Scopri come calcolare quanto ti costa mantenere il tuo cane.

La rivelazione choc per i proprietari di cani arriva direttamente dall’Inghilterra dove allevare uno di questi animali per l’intera vita (stimata in 13 anni di media) costa, secondo una ricerca realizzata da una compagnia assicurativa per pet, all’incirca 23.500 euro pari, appunto, a 1.800 euro l’anno.

Inglesi o italiani, quando si tratta del cane di famiglia sono tutti disposti a fare follie

Si potrebbe obiettare che gli inglesi subiscono il fascino del cane da sempre. A partire dalla famiglia reale. L’ultimo quattro zampe "reale" a comparire in una foto ufficiale è stato Lupo, il cane di William e Kate, per il primo scatto di famiglia col nuovo arrivato, il principino George Alexander Louis. Ma risulta che tutti gli inglesi proprietari di un cane sono disposti a fare follie per il loro amico. 

E gli italiani?

Le ultime indagini rivelano che anche noi facciamo di tutto per concedere una vita più che dignitosa ai nostri quattro zampe. E in tempo di crisi sono ancora in tanti a dichiararsi disposti a rinunciare a qualcosa per sé piuttosto che tagliare dalle spese per il cane, si tratti del suo cibo preferito o del regalino per Natale o per il compleanno. È quindi verosimile che anche il proprietario italiano spenda intorno ai 1.800 euro l’anno. Si tratta però di una cifra indicativa che può variare in più o in meno anche di molto.

Come calcolare la spesa per il proprio cane

Le variabili di cui tenere conto per poter calcolare una cifra più vicina a quella realmente spesa per mantenere il proprio cane sono diverse. Vediamole. 

Acquisto/Adozione
È l’aspetto più variabile potendo passare da 0 euro, per chi prende il cane in un canile o da un privato che ha una cucciolata da sistemare, a diverse centinaia o migliaia di euro per chi preferisce il cane col pedigree.

La cifra esatta in questo caso dipende dalla razza (più o meno richiesta o facile da selezionare) e dalla genealogia (figli di campioni possono costare anche parecchio più di un cane meno blasonato). Mediamente si può mettere in conto una spesa compresa tra gli 800 e i 1.800 euro per un cane di razza senza parentele troppo illustri.

Accessori
Gli oggetti indispensabili alla cura del cane (collare e guinzaglio, ciotole, cuccia, spazzola, giochi, ecc.) devono essere presi in considerazione. È vero che non si comprano tutti i giorni, ma alcuni dovranno essere sostituiti più volte nel corso della sua vita. Inoltre il costo di ciascuno di essi può variare molto in base alla dimensione e quindi alla taglia del cane, alla qualità dei materiali usati, al modello economico o extra-lusso. Per il corredo di base da far trovare in casa all’arrivo del cane si può stimare una spesa di 100-120 euro se non si esagera.

Alimentazione
È la voce di spesa più legata alla taglia del cane. La quantità di cibo che un cane deve mangiare dipende infatti dalla sua dimensione passando dai 60-80 g di cibo al giorno per un cane di piccola taglia, ai 200 g circa per quelli di taglia media, ai 330 g delle razze grandi più smilze o tendenti ad ingrassare (dalmata, labrador, levrieri, ecc.) ai 600-800 delle razze più massicce e muscolose (alani, terranova, mastini, cani di San Bernardo).

Tradotto in euro significa una differenza tra i 40 euro al mese scarsi per nutrire un cane piccolo ai circa 120-150 euro al mese per un cane maxi.

La spesa effettiva dipende però anche dal tipo di alimento scelto (secco/umido) e dalla marca.

Toelettatura
Alcune razze di cani richiedono l’intervento di un esperto per il lavaggio e il taglio del pelo, anche più volte l’anno. È un aspetto di cui tener conto poiché ogni trattamento può costare da poche decine di euro per i cani più piccoli e semplici da toelettare a diverse centinaia per quelli più grandi e complicati o che richiedono parecchie toelettature nel corso dell'anno.

Se la razza che abbiamo scelto non richiede il taglio del pelo possiamo ridurre i costi lavando e spazzolando noi il nostro cane. Ma ci vuole costanza

Salute
Allevare un cane significa provvedere anche al suo benessere fisico. Alle varie spese di mantenimento bisogna aggiungere quindi tutte quelle che si devono fare per prevenire problemi, malattie e complicanze:

  • visite di controllo due volte l’anno
  • pulizia dei denti e rimozione del tartaro,
  • vaccinazioni (prima iniezione e richiami periodici successivi): 3-4 l’anno al costo di 38-45 euro l’una a cui aggiungere almeno un esame delle feci (20-25 euro)
  • farmaci per la prevenzione di Leishmaniosi e filariosi (25-35 euro)
  • antiparassitari esterni: 8 euro al mese per il trattamento di un mese con un prodotto di buona qualità moltiplicati per i mesi di maggior rischio (tutta la bella stagione, da primavera a fine estate). Totale: circa 35 euro
  • sterilizzazione: oltre a evitare gravidanze indesiderate e il problema di dove sistemare i cuccioli, previene diversi tipi di malattie (es tumori) e di problemi comportamentali. L’intervento in un maschio può costare tra i 220 e i 300 euro, in una femmina tra i 320 ai 430 euro.

Varie ed eventuali
Oltre a tutte queste spese basilari ciascun proprietario deve mettere in conto anche tutti gli imprevisti (malattie, incidenti) e le varie voci di spesa che si possono sommare nel corso della vita del cane (viaggi e vacanze, soggiorni in pensione, corsi di addestramento, attività sportive, assicurazioni, ecc.). Ma queste sono difficili da quantificare al momento dell'acquisto/adozione anche dagli stessi proprietari.

Photo credits © Sabimm - Fotolia.com

Pensaci prima

Adottare un cane vuol dire assumersi la responsabilità della sua cura e del suo benessere. Questo comporta dei costi che possono essere ottimizzati in vari modi ma mai azzerati. Pensaci bene prima di andare a prendere un amico a quattro zampe.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI