Verdura di stagione: cosa comprare e mangiare a giugno

Guida Guida

Con l’arrivo di giugno, arriva l’estate e la tavola si riempie di verdura fresca e saporita da gustare in tantissime ricette. Scopriamo quali sono gli ortaggi tipici di questo mese. 

A giugno arriva in tavola un tripudio di colori: dai peperoni gialli ai pomodori rossi, dalle melanzane viola a fagiolini verdi. In estate anche la verdura diventa più raggiante grazie al caldo e al sole.

Un bel pranzo all'aperto, in una calda giornata, è l'occasione perfetta per consumare verdura di stagione rispettando l’ambiente, risparmiando denaro e limitando sprechi energetici per il mantenimento delle serre.

A giugno è possibile acquistare e consumare tantissima verdura e anche erbe aromatiche come basilico, erba cipollina, maggiorana, prezzemolo, menta, timo, salvia e valeriana.

Tra gli ortaggi che si possono consumare in questo mese l’elenco è davvero lunghissimo: aglio, asparagi, agretti, barbabietole, broccoli, borragine, carote, cipolle, carciofi, cetrioli, cime di rapa, fagioli, fagiolini, fave, finocchi, fiori di zucca, melanzane, patate, patate novelle, piselli, pomodori, peperoni, porri, rape, ravanelli, scalogno, sedano, taccole, spinaci e zucchine.

Si possono inoltre gustare tantissimi tipi di insalata come l’insalata Iceberg, l’insalata riccia, la cicoria, l’indivia, la lattuga, la rucola, il radicchio, la scarola e il soncino.

Le zucchine sono di certo le regine indiscusse di questa stagione e possono essere usate per preparare tantissime ricette: ortaggio dal sapore leggero, le zucchine presentano un elevato contenuto di folato, potassio, e vitamine A e C. Ricche di acqua hanno un bassissimo valore calorico e, grazie ai carotenoidi, garantiscono una forte azione antitumorale e un’abbronzatura perfetta.

Altro ortaggio tipico di giugno è la melanzana: questa verdura dalla consistenza cremosa è povera di grassi, ricca di fibra e acido folico e ha proprietà antiossidanti. La melanzana non va consumata cruda perché, a causa della solanina che contiene, risulta tossica: sono tantissime tuttavia le ricette per preparare piatti golosi e saporiti.

Particolarmente consumati in questo mese sono anche i fagiolini, cioè i baccelli immaturi del fagiolo: con poche calorie, carboidrati e proteine i fagiolini sono invece ricchi di fibre, sali minerali, potassio e Vitamina A. I fagiolini sono ideali da consumare freschi con olio, aglio, sale e basilico, se invece si cuociono troppo in acqua perdono tutte le loro proprietà nutrizionali.

>>>LEGGI ANCHE:
Come fare lo sformato di ricotta e melanzane
Come fare il pesto di fagiolini
Come fare i tagliolini di zucchine al pomodorino

foto © fabiomax - Fotolia.com
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI