Giramenti di testa: come combattere la labirintite

Guida Guida

La labirintite può causare invalidanti giramenti di testa. Vi spieghiamo da cosa è determinato questo fastidioso disturbo e come può essere curato.

La labirintite è un particolare disturbo dell’orecchio interno a carico del labirinto, che è responsabile dell’equilibrio del nostro corpo e che in presenza di questa patologia fornisce informazioni distorte al cervello.

Chi manifesta questo problema, pertanto, ha forti giramenti di testa, senso di vertigine, ansia, palpitazioni, malessere generale e talvolta anche senso di nausea.

Un altro sintomo frequente è la manifestazione degli acufeni, ovvero di fastidiosi fischi che sente più o meno frequentemente chi è affetto da labirintite, a seconda della gravità del disturbo. Questo può determinare una graduale perdita dell’udito e, in tal caso, è necessario un tempestivo intervento da parte del medico specialista per scongiurare conseguenze ancora più serie.

In una prima fase, generalmente i sintomi appaiono più acuti, tanto da poter costringere il paziente al riposo forzato. Successivamente, la sintomatologia tende a diventare meno invalidante, ma si corre il rischio che la malattia si cronicizzi se non viene curata a dovere.

La labirintite talvolta può avere origine virale o batterica e, pertanto, gli effetti vengono normalmente curati con farmaci specifici come anticolinergici (per nausea e vomito), antistaminici, ansiolitici e, talvolta, con una terapia antibiotica mirata o antivirale. Una visita dall’otorino è fondamentale per giungere ad una diagnosi certa e per poter combattere adeguatamente il disturbo, dal momento che non esiste un protocollo unico di guarigione.

Nei casi più gravi può essere necessario intervenire chirurgicamente per cercare di implementare o ricostruire la parte dell’orecchio debilitata o lesionata al fine di recuperare totalmente o in parte la funzionalità compromessa.

Alla medicina tradizione si possono affiancare anche rimedi naturali quali agopuntura, yoga, shiatsu, cure omeopatiche e riflessologia. Talvolta, inoltre, la labirintite è collegata a disturbi di natura gastrica: uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta, pertanto, possono migliorare il disturbo e favorire la guarigione. Evitare l’assunzione di alcol e limitare quella di sostanze eccitanti come la caffeina o la teina, restano comunque due indicazioni valide di carattere generale.

Giramenti di testa: la labirintite può essere una possibile causa

Ti gira la testa, provi un senso di vertigine, ansia, nausa o palpitazioni? Non sottovalutare i sintomi. Potrebbe essere utile, infatti, una visita dall’otorino per escludere che si tratti di labirintite. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI