Tosse secca e tosse grassa: differenze e rimedi

Guida Guida

Qual è la differenza tra tosse grassa o secca? Ecco come distinguerle e i possibili rimedi a seconda della tipologia.  

La tosse è una difesa dell’organismo ed è lo strumento con il quale il corpo umano cerca di liberarsi dagli agenti estranei o da un eccesso di muco. Quando le vie respiratorie si infiammano, l’organismo attiva in automatico il meccanismo che porta a tossire. Tuttavia, il fenomeno può avere origine in zone diverse: trachea, laringe, faringe o bronchi.

In cosa si differenziano, quindi, la tosse secca da quella grassa?

La tosse secca insorge generalmente dalla trachea irritata e in concomitanza con un raffreddore o con un’influenza. La persona avverte, quindi, da subito un pizzicore in gola simile ad un fastidioso solletico. Questo tipo di tosse non implica fuoriuscita di muco.

Le cause della tosse secca sono molteplici: allergie, irritazioni, ma anche patologie legate alla presenza di infezioni batteriche o virali a carico delle vie respiratorie.

La tosse grassa (o produttiva), invece, si contraddistingue per la presenza del catarro. La persona emette un suono più profondo e cupo. Quando tossisce, inoltre, il muco tende ad essere giallo e a risalire dalle vie aeree alla bocca.

tosse

Come curare la tosse grassa e la tosse secca
In base alla tipologia di disturbo, alla gravità della situazione e alle cause scatenanti all’origine del fenomeno, il medico può prescrivere diversi trattamenti. Se la tosse è persistente o in presenza di febbre, infatti, lo specialista può ritenere utile prescrivere farmaci mucolitici, espettoranti, sciroppi, antibiotici, ma anche terapie d’aerosol.

Volendo optare per dei rimedi naturali, invece, vanno prediletti quelli mucolitici se la tosse è grassa, quelli calmanti invece se è secca. Via libera, quindi, ad assumere miele, camomilla, malva ed eucalipto in presenza di catarro. Mentre tiglio, timo e passiflora hanno un’azione lenitiva.

In entrambi i casi, tuttavia, è importante bere molti liquidi, evitare il fumo di sigaretta e limitare l’esposizione ad altre sostanze irritanti e al freddo. Per alleviare la sintomatologia, inoltre, può essere utile anche umidificare correttamente gli ambienti in cui si vive e fare inalazioni di vapore e suffumigi.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI