Pesciolini d'argento: 3 repellenti naturali

Classifica Classifica

I pesciolini d'argento sono una presenza fastidiosa in casa: scopri come puoi tenerli lontani, utilizzando metodi economici e naturali. 

Nelle nostre case talvolta possono annidarsi piccoli insetti dal corpo argentato: si tratta dei pesciolini d'argento. Questi parassiti prediligono gli ambienti umidi e amano rosicchiare la tappezzeria, i tessuti, le pagine dei libri e le tele dei quadri.

I pesciolini d'argento non sono pericolosi per la salute umana ma la loro presenza può essere fastidiosa.

Per sbarazzarsi di questi insetti si possono utilizzare dei repellenti chimici oppure -scelta raccomandata- ricorrere a metodi naturali. Scopriamo alcuni dei rimedi naturali per sconfiggere i pesciolini d'argento.

3. Come catturare i pesciolini d'argento: le patate

Le patate si rivelano una trappola infallibile per catturare i pesciolini d'argento. Basta prendere una grossa patata, creare una cavità al suo interno asportando parte della polpa e lasciarla, per un’intera notte, vicino alla tana degli insetti. Il giorno dopo la patata presenterà i pesciolini d’argento catturati.

2. Repellente naturale contro i pesciolini d'argento: il cetriolo

La buccia del cetriolo si rivela un buon repellente naturale nei confronti dei pesciolini d’argento perché questi parassiti non ne sopportano il profumo e addirittura cambiano ambiente quando ne sentono la presenza. Si deve lasciare una ciotola di cetriolo sminuzzato con tanto di buccia negli angoli della casa dove sono stati avvistati i pesciolini d'argento, avendo l'accortezza di sostituire la verdura non appena si secca. Dopo una settimana di questo trattamento i pesciolini d'argento dovrebbero scomparire dalla circolazione.

1. Repellenti naturali contro i pesciolini d'argento: il Gingko biloba

Le foglie di ginkgo biloba possiedono un caratteristico odore che è detestato dal pesciolino d’argento il quale cerca di starne alla larga. Purtroppo il ginkgo biloba non è una pianta semplice da coltivare in ambiente domestico ma si può sempre ricorrere alle essenze disponibili in qualsiasi erboristeria

Casa e fai da te
SEGUICI