Tartellette di gambi e foglie di carciofo con... Lisa Casali

Guida Guida

Impara a preparare le tartellette con le parti di scarto del carciofo, una ricetta doc della ecocuoca Lisa Casali.

Impara a preparare le tartellette con le parti di scarto del carciofo, una ricetta doc della ecocuoca Lisa Casali.
  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Antipasti
  • CucinaCucina: Italiana
  • PorzioniPorzioni: 4
  • CotturaCottura: Pentola a pressione e forno
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 90 min
  • Tempo cotturaTempo cottura: 20 min
  • Tempo totaleTempo totale: 110 min
  • Vegetarianovegetariana

Con la nostra amica Lisa Casali abbiamo deciso di proporre una ricetta per un antipasto molto sfizioso contenente un ingrediente speciale. I carciofi sono una vera sfida per chi vuole cucinare eco e quindi sfruttare le parti commestibili che solitamente finiscono nel cestino dei rifiuti. “Pensate che più del 60% del carciofo viene scartato!” , ci informa Lisa, “Ma basta un po’ di impegno per ottenere un piatto gustoso ed ecosostenibile.” Vediamo come preparare le Tartellette di gambi e foglie di carciofo.

 

Ingredienti:
  • 200 g di farina
  • 100 g di burro
  • sale
  • gambi e foglie esterne di 4 carciofi
  • 1 uovo
  • 1 manciata di formaggio grattugiato
  • noce moscata
  • burro
  • sale
  • pepe

 “Partiamo dagli ingredienti per la pasta brisée, che nella mia ricetta ecologica non può certo essere acquistata già pronta e confezionata…”:

  • 200 g di farina
  • 100 g di burro
  • sale

Arriviamo poi all’ingrediente prescelto, per il ripieno avrete bisogno di…”:

  • Gambi e foglie esterne di 4 carciofi
  • 1 uovo
  • 1 manciata di formaggio grattugiato
  • Noce moscata
  • Burro
  • Sale
  • Pepe

Per quanto riguarda l’attrezzatura dovrete procurarvi solo degli stampini per tartellette, poi potrete iniziare con la preparazione.” Lisa ci assicura che è una ricetta alla portata di tutti:

  • Per la pasta brisèe ammorbidite il burro e mescolatelo con la farina e mezzo bicchiere d’acqua fredda. Quando l’impasto sarà diventato omogeneo, lasciatelo in frigorifero a riposare per una mezz’ora.
  • Passate al ripieno: in una pentola a pressione con poca acqua cuocete le foglie esterne e i gambi dei carciofi per circa 20 minuti. “Se usate la pentola tradizionale saranno necessari ben 40 minuti…” Lisa non manca mai di ricordarci che le cotture più ecologiche sono quelle veloci…
  • Scolate e passate tutto con il passaverdura, in alternativa potete usare una centrifuga: ecco la crema al carciofo.
  • Unite alla crema la metà del formaggio, l’uovo, un pizzico di noce moscata, sale e pepe.
  • Con un matterello stendete la pasta brisée, lavoratela velocemente e non toccatela con le mani.
  • Imburrate gli stampini da tartelletta e usateli per tagliare l’impasto che poi sistemerete sul fondo, facendo attenzione ad adagiarlo bene anche sui bordi.
  • Preriscaldate il forno a 180°.
  • Mettete una cucchiaiata di composto di carciofo negli stampini, spolverizzate col formaggio avanzato e cuocete per circa 20 minuti.
  • Sfornate, guarnite a piacere e aspettate che le tartellette diventino tiepide prima di servirle.

L’intervista con Lisa è finita, DeAbyDay ringrazia e augura buon appetito ecologico a tutti!

Foto © Claudia Castaldi

Se il prodotto non è fresco la resa delle parti di scarto sarà bassa. Per essere sicuri che i carciofi lo siano stringete il fiore: dovrà rimanere compatto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI