Massaggio neonatale: cos'è e perché è importante

Un modo semplice ed efficace per sviluppare empatia con tuo figlio senza bisogno delle parole. Scopriamo di più. 

Un modo semplice ed efficace per sviluppare empatia con tuo figlio senza bisogno delle parole. Scopriamo di più. 

Hai mai sentito parlare di massaggio neonatale? È un modo incredibile per entrare in connessione con tuo figlio fin dalle sue prime settimane di vita, oltre ad avere un impatto positivo sul suo benessere. Se vuoi saperne di più, ti spieghiamo come trovare l’insegnante più vicino a casa tua.

È relativamente da poco tempo che si sente parlare di massaggio neonatale anche dalle nostre parti. Non devi stupirti troppo, quindi, se questa pratica ti sembra la “grande assente” dalla lunga lista di consigli profusi da mamma, suocera e zie. Ma vale davvero la pena di scoprire qualcosa di più su questo modo, tanto semplice quanto efficace, per sviluppare empatia con tuo figlio senza bisogno delle parole.

Cos’è il massaggio neonatale

Per cominciare poniamo alcuni paletti, con l’aiuto di Paola Marangione, responsabile dell’unità operativa di Neonatologia e patologia neonatale presso l’Ospedale Humanitas San Pio X di Milano. Il massaggio neonatale, chiarisce, “non è una tecnica, non è una terapia e non è un processo, ma è un modo di stare con i propri neonati”.

Avrai di sicuro sentito dire che la pelle è l’organo di senso più esteso del nostro organismo. Si spiega così il motivo per cui il contatto skin-to-skin con te e il papà è così prezioso già nelle prime ore di vita del tuo bebè. Fin da subito, i minuti trascorsi in intimità vi permettono di instaurare il vostro legame speciale (bonding) e di avviare un dialogo profondo e istintivo, basato non sulle parole ma sullo scambio di sensazioni. Su questo principio si basa il massaggio neonatale, che ha il grande potere di favorire la comunicazione tra genitori e neonato.

Le origini del massaggio neonatale

Se le culture occidentali hanno scoperto il massaggio neonatale, il merito è di Vimala McClure. Originaria del Colorado, a soli 21 anni presta servizio per un orfanatrofio in una zona molto povera dell’India settentrionale. Smaltito l’iniziale shock culturale, ha l’occasione di vedere con i propri occhi le madri locali massaggiare con dolcezza i loro neonati, cantando canzoni e sorridendo anche se immerse nella miseria.

Nel 1976, rimasta incinta, Vimala decide di studiare i benefici del massaggio infantile, praticarlo in prima persona e poi insegnarlo agli altri. Arricchisce la tradizione indiana anche con alcuni elementi tratti dal massaggio svedese, dalla riflessologia e dallo yoga, che aveva studiato per un decennio. Annota passo dopo passo le reazioni di suo figlio e della secondogenita, nata due anni dopo.

Il risultato di questo lungo lavoro di ricerca è il libro Infant Massage: A Handbook for Loving Parents, pubblicato nel 1977, che le assicura una certa fama e un’ondata di richieste di tenere corsi specialistici. Nel 1981 Vimala fonda la International Association of Infant Massage, che oggi è presente in più di 70 Paesi e ha contribuito alla formazione di decine di professionisti. Nel 2000 il volume è stato pubblicato anche in Italia, con il titolo Massaggio al bambino. Messaggio d’amore (edizioni Bonomi).

I benefici del massaggio neonatale

Secondo la dottoressa Marangione, i benefici per la salute del bebè si possono suddividere in tre categorie:

  • Diversi studi scientifici dimostrano che il massaggio neonatale favorisce lo sviluppo neurosensoriale del neonato. La vista è stimolata dagli scambi di sguardi, l’udito dalla voce dei genitori (che il bimbo riconosce, perché già l’aveva percepita nella vita fetale), l’olfatto dall’odore della loro pelle.
     
  • I movimenti adatti possono dare sollievo al dolore fisico, legato per esempio alle coliche gassose.
     
  • Quando mamma o papà iniziano il massaggio, spesso il bimbo scoppia in lacrime. Ciò significa che sente dolore o disagio? Tutt’altro: il pianto è l’unico modo che conosce per liberare le proprie emozioni, ed è quindi un segnale incoraggiante.

Come imparare il massaggio neonatale

A questo punto sarai curiosa di scoprire come si pratica il massaggio neonatale. Come sempre, tieniti ben lontana dal fai da te e affidati a un professionista! Nel sito di AIMI (Associazione Italiana Massaggio Infantile) trovi l’elenco degli insegnanti autorizzati, suddiviso per regione. Se un nome è presente nella lista, puoi star certa del fatto che abbia conseguito un diploma ad hoc e che continui a frequentare corsi di formazione a intervalli regolari. Puoi contattare direttamente l’insegnante per iscriverti al prossimo corso in programma nella tua zona; di solito si tratta di incontri di gruppo, ma se hai esigenze particolari puoi chiedere un affiancamento individuale. In ogni caso, saranno di sicuro ore ben spese!

Foto apertura: foodandmore © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI