Come far giocare i bambini in spiaggia - Seconda parte

Guida Guida

Ancora idee per far giocare i bambini in spiaggia ma non solo. Giochi facili per tutti, per divertirsi insieme ai bambini godendosi la vacanza.

Dopo la prima parte, ancora idee per far giocare i bambini in spiaggia ma non solo.

Giochi facili da fare al mare, ma anche in campagna o in montagna. L'importante è avere voglia di divertirsi insieme ai bambini e magari approfittare per qualche gioco didattico.

Giocando si impara

Ad esempio si può fare un gioco molto facile e divertente che aiuta ad allenare la memoria. Piu' giocatori ci sono e piu' ci sarà da divertirsi. 

Il gioco della memoria:

  • I giocatori si dispongono in cerchio e si sorteggia il primo a parlare che deve dare inizio al gioco con una frase. Ad esempio: "Sono Matteo e mi gratto il piede". Mentre pronuncia le parole deve anche fare il gesto di grattarsi.
  • Il bambino dopo di lui deve ripetere la prima frase e aggiungere un altro punto dove grattarsi, li mima entrambi e si procede.
  • Ovviamente mano a mano che si aggiungono giocatori, le frasi diventano sempre piu' lunghe e le sequenze del "grattamento" non sono facili da ricordare. Se sbaglia ricomincia per due volte. Al terzo errore esce dal gioco.
  • Con questo esercizio, giocando e ridendo, i bambini si abituano a fare attenzione anche ai dettagli.

Giocando si sperimenta la manualità

Il tiro a segno:

  • Questo è un gioco che si può fare in qualsiasi posto. A seconda del luogo possono cambiare gli oggetti di gioco. Al mare possiamo usare i secchielli, in campagna dei piatti di plastica.
  • Per giocare si preparano tanti contenitori pieni d'acqua, per quanti sono i giocatori e tante palline, sassi o monetine.
  • Nella prima fase di gioco, soprattutto se ci sono bambini molto piccoli, tutti i giocatori devono rimanere allineati alla stessa distanza dai contenitori e ognuno lancia il proprio sassolino o monetina cercando di centrare il contenitore.
  • Nella seconda fase si mettera' una grande bacinella oppure una vasca di plastica e al centro si mette a galleggiare un piatto di plastica.
  • Ogni giocatore deve lanciare la propria monetina o pallina, cercando di centrare il centro del piatto.
  • Vince chi ha fatto piu' centri.

Giocando si imparano nomi e collegamenti

In acqua, in aria e in terra

  • Questo è un gioco che va fatto con bambini di almeno 5 o 6 anni e che allena tante capacità insieme: riflessi, manualità e livelli cognitivi.
  • I bambini si dispongono in cerchio largo con un pallone.
  • Il bambino che dà inizio al gioco lancia il pallone a un altro giocatore, gridando uno degli elementi naturali, ad esempio "ACQUA".
  • Il bambino che riceve deve prendere il pallone gridando il nome di un animale che vive in quell'elemento . Ad esempio "PESCI".
  • Quando rilancia la palla, chiama un altro elemento, e così via. Chi sbaglia paga pegno. Al terzo errore esce dal gioco.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI