5 consigli per affrontare l'inverno con un neonato

In casa e all'aperto: tutto quello che c'è da sapere per prendersi cura di un neonato durante la fredda stagione.

In casa e all'aperto: tutto quello che c'è da sapere per prendersi cura di un neonato durante la fredda stagione.
Ti potrebbero interessare

Ogni stagione ha le sue insidie, ma è senza dubbio l'inverno a destare maggior preoccupazione in mamma e papà, soprattutto quando ci si ritrova alle prese con la cura di un neonato.

Qual è il modo più corretto per affrontare l'inverno con un bebè? Abbiamo preparato cinque consigli utili a tutti i neogenitori: dalla vita in casa a quella all'aperto, dalla nanna notturna al modo più corretto per far fronte alle rigide temperature invernali.

Ecco di seguito tutto ciò che bisogna sapere per vivere in completa tranquillità la stagione più fredda, anche con i più piccoli.

1. Coprite i vostri bambini in modo adeguato

Sembrerà un consiglio scontato, ma non lo è. Perché quando si dice che in inverno è necessario coprire i neonati in modo adeguato, significa sia non coprirli troppo sia non coprirli troppo poco. I neogenitori, infatti, tendono a vestire in modo eccessivo il bebè, facendolo sudare, quindi aumentando il rischio di malanni e raffreddamenti. Sia in casa che fuori casa, di conseguenza, è necessario utilizzare un abbigliamento adatto allo scopo prefissato, adeguandolo di volta in volta alla situazione in cui ci si trova. Scopo di mamma e papà è garantire al piccolo una temperatura corporea adeguata e costante, capire se il neonato ha freddo (o al contrario ha caldo) è fondamentale per scegliere come e quanto vestirlo. Ed ecco che il classico abbigliamento a cipolla verrà in nostro soccorso, aver modo di togliere o aggiungere strati ci permetterà di raggiungere il giusto livello di comfort per nostro figlio, sia in casa che fuori casa.

Qui di seguito trovate un esempio di come vestire un neonato fuori casa, quando le temperature sono davvero molto basse. Cominciamo innanzitutto con un body, che deve essere a contatto con la pelle: quando fa molto freddo sceglietelo completo di maniche lunghe e calzamaglia. Proseguite poi con una tutina intera o maglia e pantaloni, senza esagerare con la pesantezza. Affideremo infatti il ruolo di scaldare il pargolo alle classiche tutone da esterno, solitamente impermeabili, antivento e spesso vendute complete di cappuccio e guantini per le manine. Abbiate cura di coprire la testa del piccolo con un cappellino, perché è proprio attraverso di essa che si disperde la maggior parte del calore. Proseguite poi con uno scaldacollo o una sciarpina, così da evitare che l'aria fredda entri all'interno della tuta. Qualora mettiate il bimbo nel passeggino, potete coprirlo anche con il classico sacco termico da carrozzina, perfetto e appositamente studiato per la vita all'aperto.

2. Quando (e quanto) uscire con i neonati in inverno

Qual è il miglior momento della giornata per uscire con i neonati in inverno? Prima di rispondere alla domanda facciamo un piccolo inciso. In inverno, infatti, i neonati andrebbero tenuti in casa per i primi 10-15 giorni di vita. Successivamente sarà possibile concedersi qualche passeggiata nel mondo esterno.

In linea generale sarebbe opportuno rimanere tra le mura domestiche durante le ore più fredde, scegliendo i momenti della giornata notoriamente più caldi per concedersi una passeggiata rigenerante. Coprendo adeguatamente il bimbo, la tarda mattinata e il primo pomeriggio sono perfetti per un giretto all'aria aperta. Se le temperature sono sotto lo zero e il neonato ha meno di sei mesi, le passeggiate dovranno essere tuttavia molto brevi e non superare mai i 15 minuti.

Se il meteo è più clemente, si potrà di volta in volta aumentare il tempo di permanenza all'esterno: dai 15 minuti si potrà gradualmente arrivare anche a passeggiate di un'ora.

Foto: Maria Skrigan - 123rf.com

3. Neonati in inverno: attenzione agli sbalzi termici

Ora che abbiamo visto come vestire un neonato fuori casa durante l'inverno e quali sono le ore più indicate per uscire, siamo finalmente arrivati a fare la conoscenza del vero nemico invernale dei neonati. Ad essere insidioso, infatti, non è necessariamente il troppo freddo, quanto il repentino sbalzo di temperatura.

Affrontare l'inverno con un neonato significa quindi imparare a gestire le fasi di transizione, ovvero il passaggio da un ambiente freddo a uno caldo e viceversa.

Come sappiamo, i meccanismi di termoregolazione dei neonati non sono efficienti e, di conseguenza, l'adattamento dell'organismo al freddo o al caldo è più lento. Per evitare i classici sbalzi è bene dare la possibilità al corpo del neonato di abituarsi gradatamente alla temperatura circostante. Dunque: quando entrate in un ambiente caldo dopo essere stati fuori, svestite il bebè dopo 5 minuti di permanenza nella stanza, quando state per uscire, al contrario, vestitelo 5 minuti prima.

4. Come proteggere dal freddo la pelle dei neonati

Proteggere i neonati dal freddo significa proteggere adeguatamente anche le porzioni di pelle esposte alle intemperie. Anche la cute dei bambini, infatti, tende ad arrossarsi e screpolarsi quando si trova a dover affrontare temperature molto rigide.

Ecco perché è di fondamentale importanza idratare nel modo coretto la pelle dei bambini, soprattutto quella del viso se è particolarmente sensibile. Chiedete aiuto al pediatra di fiducia per trovare la crema idratante e protettiva più adatta al vostro bebè.

Foto: Maria Skrigan - 123rf.com

5. Neonati in casa: la temperatura tra le mura domestiche e la nanna notturna

Affrontare l'inverno con i neonati significa anche fare in modo che la temperatura tra le mura domestiche sia adeguata ad accogliere un bambino appena nato. Le linee guida del Ministero della Salute sulla cura del bebè raccomandano una temperatura costante di circa 20°/21° durante il giorno (con un'umidità compresa tra il 40% e il 60%) da far scendere di qualche grado (a 18°-19°) durante la notte.

Se avete paura che il piccolo si scopra, optate per un sacco nanna, che consentirà a voi genitori di fare sonni tranquilli.

Questo vademecum potrà essere utile a tutti i neogenitori alle prese con la cura di un neonato in inverno. In estrema sintesi, le cose da ricordare sono, in effetti, davvero poche:

  • Vestite in modo adeguato il vostro bambino (né troppo né troppo poco) sia in casa che fuori casa
  • Quando fuori le temperature sono sotto lo zero e il bimbo ha meno di sei mesi, concedetevi passeggiate di massimo un quarto d'ora
  • Coprite sempre la testa del vostro bimbo
  • Fate attenzione agli sbalzi termici e date modo al piccolo di acclimatarsi
  • Proteggete la pelle del viso e le labbra del bebè con prodotti specifici
  • Controllate spesso se il neonato ha freddo (o caldo) e agite di conseguenza
  • In casa mantenete una temperatura ambientale costante e adeguata alla presenza di un neonato, sia di notte che di giorno

Immagine di apertura: Maria Skrigan - 123rf.com

 

Genitori e bambini
SEGUICI