What's New

Il metodo di Nancie Atwell, ovvero la prof più brava del mondo

Grazie al suo innovativo metodo di insegnamento, un'americana si è aggiudicata il riconoscimento di miglior docente del mondo. Ecco perché.

Grazie al suo innovativo metodo di insegnamento, un'americana si è aggiudicata il riconoscimento di miglior docente del mondo. Ecco perché.

Della cosiddetta "buona scuola" si parla ormai da tempo e mentre in Italia si discutono riforme e progetti per cercare di rinnovare il sistema scolastico, in America un'insegnante vince un riconoscimento davvero speciale.

Nancie Atwell, docente americana di 63 anni, è infatti la prima vincitrice del premio dedicato ai migliori insegnanti del pianeta, messo in palio dalla Varkey Foundation.

La particolarità del suo metodo? Classi piccole, rapporto uno-a-uno con gli alunni e nessun utilizzo di test standardizzati.

Nancie ha infatti messo in piedi nel 1990 una scuola-laboratorio aperta ai bambini dai 5 ai 12 anni dove si sperimentano metodi di insegnamento innovativi basati non sull'utilizzo di tecnologie digitali quanto piuttosto su un vastissimo numero di libri a disposizione dei ragazzi.

E i risultati sono davvero sorprendenti. Basti pensare che in media gli alunni di Nancie leggono almeno 40 libri all'anno, contri i 5 dei loro coetanei americani. E, come se non bastasse, scrivono racconti, poesie e recensioni.

Alla base del successo di questo metodo ci sarebbe la libertà di scelta lasciata ai ragazzi, che infatti vengono stimolati a valutare in autonomia le proprie letture così come a decidere quello che desiderano scrivere. Naturalmente sempre attraverso un confronto aperto e costruttivo con l'insegnante.

A chi crede che i giovani di oggi, iper connessi e dipendenti da smartphone e video-game, non possano appassionarsi alla lettura, Nancie risponde sicura che in realtà non esistono ragazzi che non amano la lettura, ma solo ragazzi che ancora non hanno trovato il libro giusto.

Un messaggio di speranza, insomma, per tutte le mamme e i papà alle prese con figli poco inclini alla lettura.

Foto © drubig-photo - Fotolia.com