Herpes in gravidanza: sintomi, cure e rischi per il feto

Guida Guida

L’herpes in gravidanza può essere particolarmente fastidioso per la gestante. Ma il feto corre dei rischi? Scopriamolo insieme. 

L'herpes è un particolare agente patogeno che può manifestarsi in varie parti del corpo e in diversi momenti della vita. Inoltre, esso non scompare mai definitamente dall’organismo, tanto che può ripresentarsi nuovamente in periodi di particolare stress.

L’ herpes labiale si manifesta con la comparsa di piccole e dolorose vesciche ai margini delle labbra, fastidiose e pruriginose. L’herpes genitale, invece, comporta vescicole esterne a livello vaginale.

Herpes in gravidanza: cos'è e perché compare

Durante la gravidanza la donna è sottoposta ad un maggiore stress psicofisico e le difese immunitarie femminili si abbassano fisiologicamente. Questa particolare condizione, quindi, fa sì che l’herpes, essendo un’infezioni comune, possa manifestarsi sia a livello labiale che genitale.

Tuttavia, quando l’herpes viene contratto durante la gestazione (o in fase di l’allattamento) è spesso preferibile scegliere una terapia a base di farmaci per uso locale.

Herpes in gravidanza: i pericoli per il feto

Sebbene sia difficile che in gravidanza l’herpes materno possa causare danni al feto, tuttavia non è da escludere la possibilità che avvenga una trasmissione del virus.

A tal proposito, è bene tenere presente che il rischio di contagio verso il feto aumenta nel caso in cui la madre contragga il virus per la prima volta in gravidanza.

In alcuni casi particolarmente seri la malattia potrebbe giungere al bambino attraversando la placenta, dove non sono ancora presenti gli anticorpi. In tal caso, le conseguenze per il feto potrebbero essere molteplici: microcefalia, problemi alla vista, mal funzionamento di alcuni organi, idrocefalia e ritardo della crescita.

Come si cura l'herpes labiale in gravidanza

Durante i mesi di gestazione è sconsigliato l’uso di farmaci antivirali orali, tanto che molti ginecologici consigliano l’utilizzo di pomate antivirali.

Un buon accorgimento per la madre, tuttavia, è quello di non baciare il neonato sulla bocca dopo la nascita, qualora il virus sia ancora attivo.

Come si cura l'herpes genitale in gravidanza

Per scongiurare il rischio di dover ricorrere ad un taglio cesareo e per evitare un possibile contagio del feto (ad esempio in presenza di infezione primaria o lesioni attive), il medico potrà consigliare alla donna affetta da herpes genitale reclamato di assumere farmaci adatti anche in gravidanza e medicinali antivirali.

La natura della cura varierà a seconda della gravità dell’infezione, del mese di gestazione e della tempestività della diagnosi.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI